CONDIVIDI
Marc Marquez e Valentino Rossi GP d'Argentina
photo @motogp

MotoGP | Valentino Rossi e Marc Marquez ad Austin per riprendere la sfida dopo la lotta in Argentina.

A meno di due settimane dal GP d’Argentina, con la sua vorticosa scia di polemiche sulla Direzione Gara e la diatriba tra Valentino Rossi e Marc Marquez, lo show della classe regina torna sul palco mondiale di Austin. Qui è la ‘reggia’ del campione di Cervera, padrone assoluto con cinque vittorie su cinque edizioni, un ‘en-plein’ che annulla e mette a tacere ogni pronostico della vigilia, anche se va ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale.

Vietato sbagliare. El Cabroncito è chiamato al trionfo per dare subito una sterzata alla corsa mondiale e non c’è circuito migliore per risollevare gli animi e mettere a tacere le polemiche del post Argentina. Non è dato sapere se Dorna e FIM chiameranno all’appello i due antagonisti. A Marquez serve serenità e concentrazione per portare a casa il bottino di 25 punti, senza farsi trascinare nella guerra psicologica e di comunicazione dove Valentino avrebbe sicuramente la meglio. Sa di dover spostare la sfida sull’asfalto texano, tra le 20 curve e quel lungo rettilineo di 1.200 metri che nessuno sa domare come la sua Honda RC213V. Un sei volte campione del mondo ha la giusta saggezze e calma per mettere la polvere sotto il tappeto e pensare esclusivamente al titolo iridato.

Rossi vs Marquez: una sfida a suon’ di social e moto

Negli ultimi giorni Valentino Rossi ha riaperto una breccia in quella ferita mai sanata dal 2015, con un post sui social in cui ha commentato: “Una gara difficile distrutta da un pilota pericoloso“. Un selfie dal Ranch tra il Dottore e Manuel Pagliani ritrae in basso a destra uno scatto di quel contatto a Rio Hondo che quasi sembra chiedere vendetta. Difficile pensare che sia un dettaglio lasciato al caso. Ma ancora una volta Marc Marquez ha preferito non rispondere all’assalto frontale via web. Negli ultimi giorni ha pubblicato un video di bowling dove si dimostra spensierato, ha partecipato a un evento solidale con l’Unicef in una scuola di San Paolo sollevando i valori dell’educazione, nelle dichiarazioni pre-gara ha mostrato ottimismo ed equilibrio. D’altronde sa di avere il coltello dalla parte del manico, di ritornare in pista dopo le polemiche su un terremo favorevole e di poter approfittare delle lacune nel campo  dell’elettronica della Yamaha. Valentino tenterà ancora una volta di colmare il gap con l’esperienza del campione e la sua irriducibile capacità di fare leva sui media. Una sfida tra il re della foresta e il leone più giovane che aspira a diventare il nuovo padrone del paddock. Sarà una lunga stagione ad alta tensione in attesa che il tempo e gli eventi facciano il loro corso, prima che una scintilla vagante possa scatenare un altro pericoloso incendio.

Luigi Ciamburro

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori