CONDIVIDI
Randy Mamola (©Getty Images)

L’americano Randy Mamola farà il suo ingresso nella leggendaria Hall of Fame della MotoGP al GP d’Austin, in Texas. Nessun titolo iridato in carriera, ma ben 13 vittorie e una lunga sfilza di podi nella classe 500 tra il 1979 e il 1992.

Mamola ha iniziato la sua carriera sul palcoscenico mondiale nel 1979, esplodendo sulla scena con podi in entrambi i campionati del mondo 250 e 500. Nel 1980 ha conquistato le sue prime vittorie con la Suzuki e altri due podi nella classe regina chiudendo con il titolo di vicecampione del mondo. Nel 1984 passa in sella alla Honda, colleziona tre vittorie cinque podi sfiorando per la seconda volta il titolo alle spalle di Eddie Lawson.

Passa alla Yamaha nel 1986, nel 1987 chiude ancora una volta secondo dietro all’australiano Wayne Gardner. Dopo tre stagioni poco brillanti alla Cagiva chiude la sua carriera in Yamaha nel 1992 conquistando il suo ultimo podio all’Hungaroring.

La gioia di Mamola

“Non me l’aspettavo, ma è stata una piacevole sorpresa iniziare la mia giornata quando ho ricevuto la chiamata – ha raccontato Randy Mamola -. Quando ho detto a mia moglie e mio figlio, come potete immaginare, è stata una grande gratificazione. Oh no! vivere con una leggenda! La MotoGP è la mia vita e sono stato nel paddock per 39 anni. Ho visto così tante cose da quando ero nel paddock per la prima volta a 19 anni ed è un onore e un privilegio per me essere incluso tra i più grandi piloti. Sono anche emozionato perchè vi entrerò in Texas, alla presenza della mia famiglia e degli amici che verranno.

A quasi 26 anni dal suo addio alle corse è un bella gratificazione per un uomo che ha dedicato una vita intera al Motomondiale. “Spero di riuscire a ripagare con il mio lavoro nel paddock ancora di più. Credo di essere la prima leggenda a non essere mai stato campione del mondo. Penso che questo risultato sia anche parte di un lavoro di beneficenza… È un privilegio lavorare nel paddock e non lo prendo alla leggera

Mamola si unirà a una lunga lista di grandi nomi di Legends che include Giacomo Agostini, Mick Doohan, Geoff Duke, Wayne Gardner, Mike Hailwood, Daijiro Kato, Eddie Lawson, Anton Mang, Angel Nieto, Wayne Rainey, Phil Read, Jim Redman, Kenny Roberts, Jarno Saarinen, Kevin Schwantz, Barry Sheene, Marco Simoncelli, Freddie Spencer, Casey Stoner, John Surtees, Carlo Ubbiali, Alex Crivillé, Franco Uncini, Marco Lucchinelli e il compianto Nicky Hayden.