CONDIVIDI
Valentino Rossi in Qatar
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi pre-conferenza stampa del GP del Qatar 2018

Vigilia di conferenza stampa per il GP del Qatar 2018 e per Valentino Rossi sarà la 17esima stagione in classe regina, la 23esima nel Motomondiale. E’ un inizio di campionato tutto in salita per gli uomini del team Movistar Yamaha e per il box VR46, alle prese con i ritardi in materia di centralina unica con conseguente problema di usura gomme e grip.

Dal 2006 ad oggi il tracciato di Losail si è rivelato “friendly” per il Dottore con tre vittorie e cinque podi, con l’ultimo test invernale in Qatar concluso con il secondo miglior crono nella classifica combinata. Per il Dottore si può prospettare un week-end da podio se non sarà tradito dai soliti pneumatici Michelin che calano di aderenza nella seconda parte di gara. Una risposta che avremo solo dai risultati cinici e inconfutabili della pista. Perchè se un occhio va ai problemi del box, l’altro occhio non può non essere rivolto alle prestazioni di Ducati e Honda in progressiva crescita.

“Dopo un lungo inverno, siamo finalmente arrivati ​​alla prima gara di questa nuova stagione, e dopo molti test, arrivare alla prima gara è sempre bello – ha dichiarato Valentino Rossi -. I test pre-stagionali sono stati importanti, abbiamo capito i nostri punti deboli e quelli forti. Dobbiamo continuare a lavorare, ma tutti in Yamaha vogliono migliorare, fare belle gare e vincere. Ci siamo preparati per questa prima gara durante gli ultimi test, ma abbiamo ancora le sessioni di prove libere per migliorare, per fare un altro passo”.

E’ stato un lungo inverno fitto di allenamenti, pochi svaghi e tanti giri al Ranch e ore di palestra. Il pesarese non ha nessuna voglia di mollare la presa nonostante i suoi 39 anni di età, remando contro tutte le voci di mercato che lo vorrebbero fuori dai giochi per il 2019. “Mi sento bene, mi sono allenato bene quest’inverno e sono pronto per iniziare questa nuova stagione insieme alla mia M1, al mio team e allo staff Yamaha. Sarà una stagione interessante, sembra che ci siano molti corridori veloci, ma siamo pronti a fare del nostro meglio!”.