CONDIVIDI
Dani Pedrosa a Sepang (©Getty Images)

Dani Pedrosa vuole lottare per il titolo, ma serve migliorare il feeling alle basse temperature e sulla pioggia. Con l’introduzione delle nuove gomme Michelin il pilota spagnolo ha problemi di aderenza con la sua RC213V ogni volta che l’asfalto si raffredda velocemente.

Daniel con i suoi 50 kg è uno dei piloti più leggeri della MotoGP e ciò gli impedisce di caricare abbastanza la gomma posteriore. Il rider di Sabadell ha lavorato su questo problema durante l’inverno, perchè solo risolvendolo potrà ambire costantemente al podio e al suo primo titolo iridato.

L’anno scorso per ben quattro volte ha ottenuto risultati deludenti per colpa delle gomme fredde e sul bagnato. Ad Assen (13°), a Misano (14°), a Phillip island (12°) e in Giappone si è addirittura ritirato. “Sin dall’inizio la gomma posteriore si muoveva tanto, e non potevo aprire il gas sul rettilineo – raccontò dopo la gara di Motegi -. Poi ha cominciato a pattinare molto e non aveva alcun grip. E questa cosa è andata peggiorando giro dopo giro, ho iniziato ad andare molto più lentamente e non potevo dare il gas, sulle le pozzanghere era impossibile mantenere il controllo della moto, anche frenando la gomma posteriore si muoveva tanto. Ho provato tutto per fare funzionare la moto ma era quasi impossibile correre in queste condizioni”.

Con due vittorie e sette podi nel 2017 Daniel Pedrosa ha dimostrato di che pasta è fatto e di avere ancora ben vivo il fiuto del podio, chiudendo la stagione al 4° posto davanti a Valentino Rossi. “L’anno scorso ho fatto delle belle gare, ci sono stati momenti in cui sono salito sul podio regolarmente, ho dimostrato coerenza e ho voluto provare a lottare per il titolo, ma poi ho finito solo 12esimo o 14esimo su alcuni circuiti Ero fuori combattimento”, ha ricordato. “Quest’inverno ci stiamo lavorando, voglio abituarmi a queste condizioni perché trovo difficoltà, non puoi mai allenarti con una MotoGP o qualcosa del genere, ma puoi provare a trovare una soluzione”.

A Sepang l’esordio è stato ottimale, con una seconda pizza nella classifica combinata dei tempi. Ma Dani Pedrosa non ha potuto trovare le condizioni estreme che lo mettono in difficoltà. Le alte temperature sembrano il suo forte, adesso aspettiamo che la colonnina del mercurio si abbassi per sapere se ha superato l’esame più ostico e freddo.

Luigi Ciamburro

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori