CONDIVIDI
Marco Bezzecchi
Marco Bezzecchi (©Getty Images)

Moto3, Prustel blinda Marco Bezzecchi: “In contatto con VR46 e KTM”.

Marco Bezzecchi è la vera rivelazione del Mondiale di Moto3. Dopo l’esordio in Qatar con il 14° posto in molti pensavano che sarebbe stata una lunga e semplice stagione di rodaggio per il 19enne romagnolo entrato nelle grazie della VR46 Riders Academy. La vittoria in Argentina ha però acceso subito un lampo davanti agli occhi di addetti ai lavori e tifosi, riconfermandosi con i podi di Austin e Jerez. A quel punto si è capito che Marco Bezzecchi facesse davvero sul serio. Peccato per la caduta nel finale a Le Mans, ma il secondo posto al Mugello ha ribadito il potenziale di Marco, adesso in testa alla classifica a quota 83, tallonato da Jorge Martin a 80 punti.

Dopo appena sei gare è attualmente un pilota molto ambito, ma l’italiano ha un contratto biennale con il team tedesco Prüstel. “Come pilota, è anche molto interessante per KTM”, afferma il capo squadra Prüstel a Speedweek.com. “Fino alla fine del 2019 Marco è sotto contratto con noi. Fin dall’inizio della stagione siamo sempre stati in stretto contatto con la direzione della VR46, che si occupa di Marco… Proseguiremo con lui nella classe Moto3. Ovviamente, altre squadre Moto3 e forse i team Moto2 sono molto interessati a lui. Ma siamo anche in stretto contatto con KTM, perché abbiamo anche bisogno di questo supporto. Marco è anche molto interessante come driver per KTM. Siamo in stretto contatto con KTM e VR46 per creare il miglior pacchetto possibile per il 2019”.

Kornfeil e l’importanza dello sponsor

Discorso differente per il suo compagno di box Jakub Kornfeil, 11esimo in classifica a 36 punti. Dopo una stagione difficile nel 2017 il pilota ceco è costantemente aumentato nelle ultime gare e si rivela importante soprattutto per un fattore economico. “Abbiamo un contratto di un anno con Jakub, che scade alla fine del 2018. In questo caso è difficile dire qualcosa ora. Per prima cosa dobbiamo verificare la situazione nel mercato piloti. La nostra situazione è diversa ora rispetto all’anno scorso, perché ora siamo diventati più interessanti come squadra. Tieni presente che Jakub è affiliato con Redox, un grande sponsor per noi. Poiché Jakub è spinto da Marco, le sue prestazioni sono anche molto migliori. Ha cambiato il suo atteggiamento rispetto allo scorso anno. Ora possiamo lavorare molto bene con lui”.