CONDIVIDI
Danilo Petrucci (Getty Images)

Danilo Petrucci ha disputato una stagione davvero grandiosa. Per larghi tratti ha addirittura insidiato la 7a posizione in classifica generale occupata dalla prima guida della Ducati ufficiale, Jorge Lorenzo, che a fine anno è riuscito a distanziarlo di appena 13 punti. Il rider di Terni ha portato a casa 4 podi, ma soprattutto ha sfiorato in un paio di occasioni la vittoria.

L’obiettivo di Danilo Petrucci però è quello di agguantare la sella di una Ducati ufficiale, per farlo però deve battere sul campo due quasi intoccabili come Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso.

Rossi una passione che parte dall’anima

Come riportato da “Dueruote.it”, in occasione della Festa di Natale di Nolan, Danilo Petrucci ha parlato del proprio futuro. Il pilota di Terni ha ribadito che lascerà la Polizia di Stato perché ritiene che sia il momento di dare spazio ad un pilota più giovane.

Danilo Petrucci ha poi così commentato la sua annata: “Per me il 2017 è stato un anno importante, non ero mai salito sul podio in MotoGP. Il mio rimpianto più grosso è Assen, lì sentivo la vittoria a portata di mano. Sono deluso per non essere stato abbastanza continuo, troppi zero”.

Per il suo futuro Petrux, invece, ha dichiarato: “Voglio essere più costante. Se stai sempre con i primi 4-5 top rider le possibilità di vittoria aumentano. Io voglio far bene perché punto a diventare un pilota ufficiale Ducati. Nel 2019 Ducati ha un contratto già pronto per me in loro favore, quindi dovrò dimostrare di meritarmelo perché loro hanno la possibilità di dirmi o si o no”.

Infine Danilo Petrucci ha così concluso: “Valentino non ha paura di smettere, ma è appassionato nell’animo di moto. Quando vado da lui lo trovo spesso davanti alla TV a vedersi le repliche del CEV. Per quanto riguarda me mi piacerebbe fare i rally raid come la Dakar“.

Intanto da Ducati arriva la notizia che la nuova moto verrà svelata il 15 gennaio. Probabilmente, come sempre, sarà solo un’occasione per mostrare la nuova livrea piuttosto che la vera nuova moto. In ogni caso la GP18 sarà la stessa che guiderà anche Petrucci nella prossima annata.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori