CONDIVIDI
Danilo Petrucci (©Getty Images)

MotoGP |Petrucci contro il sostituto di Rabat: “C’era di meglio”

Non avendo preso parte ai test di agosto e con l’incognita maltempo di sabato Danilo Petrucci si era posto un solo obiettivo nella giornata inaugurale del weekend di Misano, ossia chiudere nella top 10 complessiva e così è stato. Al termine delle prime due sessioni di prove libere il ternano ha infatti firmato il sesto crono assoluto.

“Sono contento per oggi anche se non pienamente soddisfatto, perché abbiamo ancora un po’ di lavoro da fare”, ha affermato. “Siamo uno dei pochi team che non è venuto a fare i test qui, ma nonostante tutto siamo davanti ed abbiamo migliorato abbastanza tra stamattina e pomeriggio. Le due Ducati ufficiali vanno fortissimo, quindi si può fare di più.L’importante era stare nei primi dieci visto che non sappiamo che clima ci sarà domani mattina per la FP3″.

Parlando delle gomme e dalla possibile scelta delle dure il centauro della Pramac ha spiegato : “C’è abbastanza degrado, anche se ancora non siamo riusciti a portare le coperture alla distanza di gara. Abbiamo visto un po’ di differenza tra la media e la soft all’anteriore, ma al momento devo sempre orientarmi sulle hard“.

“Mi servono ancora due o tre decimi, se trovassi quelli sarei a post. Purtroppo non ho molta fiducia in frenata e questo mi obbliga a farlo un po’ prima”, ha proseguito nell’analisi delle sensazioni alla guida. “Comunque nel pomeriggio sono partito con pneumatici usati e sono stato subito davanti”.

Allarme cadute

Quindi sulle diverse scivolate alla curva 15 Petrux ha ricordato: “Mi ero sdraiato anch’io lì due volte nell’out lap nel 2016. In quel punto non c’è tanto grip, mentre ci sono delle buche. Quando esci dai box, di fatto quella è la prima curva a sinistra in cui spingi. Dal passato ho imparato che bisogna entrare con molta cautela“.

Infine sul sostituto dell’infortunato Tito Rabat Christophe Ponsson, ha considerato severo: “Diciamo che è stato molto coraggioso a debuttare con una MotoGP mai vista e con gomme mai provate. Il fatto è che stacca anche forte, quindi è difficile passarlo, però si pianta nella curva ed è pericoloso. Tira la staccata e poi si ferma. Io non so com’è andata la storia, ma io ne avrei trovato un altro di rimpiazzo”.

Chiara Rainis

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori