CONDIVIDI
photo Twitter @mxgp

Festa a metà per Tony Cairoli che domina la prima gara anticipando Jeffrey Herlings di un secondo e staccando il resto del gruppo di mezzo minuto. In gara-2 il nove volte iridato domina per 37 su 38 giri, accumula un vantaggio dall’inseguitore olandese, ma all’ultimo giro Herlings vince la manche con un inatteso colpo di reni.

I due fuoriclasse hanno lasciato intendere quel che sarà il Mondiale di Motocross 2018. Una sfida senza esclusione di colpi, un testa a testa fino all’ultimo secondo, un duello che potrebbe restare negli annali di storia dello sterrato. Tony Cairoli ha conquistato la qualifica del sabato ed è subito partito come una freccia, riuscendo a districarsi magistralmente tra il gruppo dei doppiati. In Gara-2 stacca il secondo holeshot, ma quando la doppietta sembrava messa in cassaforte Herlings nelle ultime curve ha beffato TC222 dominando la classifica a pari punti, in attesa della seconda tappa in Olanda fra due settimane.

ARRIVO GARA 1 – 1. Tony Cairoli (Ita-KTM) in 34’23″907; 2. Herlings (Ola-KTM) a 1″075; 3. Desalle (Bel-Kawasaki) a 30″101; 4. Febvre (Fra-Yamaha) a 32″091; 5. van Horebeek (Bel-Yamaha) 34″941; 6. Paulin (Fra-Husqvarna) a 39″338; 7. Seewer (Svi-Yamaha) a 44″876; 8. Lieber (Bel-Kawasaki) a 51″997; 9. Searle (GB-Kawasaki) a 55″538; 10. Coldenhoff (Ola-KTM) a 56″908.

ARRIVO GARA 2 – 1. Herlings (Ola-KTM) in 34’56″810; 2. Tony Cairoli (Ita-KTM) a 2″061; 3. Desalle (Bel-Kawasaki) a 23″707; 4. Van Horebeek (Bel-Yamaha) a 26″808; 5. Febvre (Fra-Yamaha) a 34″309; 6. Paulin (Fra-Husqvarna) a 34″909; 7. Simpson (GB-Yamaha) a 58″958; 8. Nagl (Ger-Yamaha) a 1’01″167; 9. Bobryshev (Rus-Suzuki) a 1’15″145; 10. Lupino (Ita-Kawasaki) a 1’17″450.

CLASSIFICA MONDIALE: 1. Herlings punti 47; 2. Cairoli 47; 3. Desalle 40; 4. van Horebeek 34; 5. Febvre 34; 6. Paulin 30; 7. Simpson 24; 8. Lieber 22; 9. Nagl 21; 10. Coldenhoff 21.