CONDIVIDI
Lin Jarvis (© Getty Images)
Lin Jarvis (© Getty Images)

 

La Yamaha è alla ricerca di nuovi talenti per il 2017, talenti da coltivare nel team Tech3 e poi eventualmente “sfruttare” nei ruoli-chiave della galassia Movistar. Ci sono già alcuni candidati sotto osservazione. Lin Jarvis, Managing Director della Yamaha Factory Racing, ne ha passati in rassegna un bel po’…

 

La watch list

I piloti attualmente “in sella” sono Bradley Smith (25) e Pol Espargaró (24), ma i due ormai – per ammissione dello stesso Jarvis, rappresentano il “medioevo” della MotoGP, e difficilmente andranno oltre la prossima stagione. Di qui la necessità, per la squadra di Hervé Poncharal, di individuare nuove leve per il 2017. Chi sono i papabili?

Va detto innanzitutto che la stagione 2016 non è ancora cominciata, per cui non c’è alcuna fretta. Ma una prima rosa di nomi sarebbe già stata selezionata. E a quanto pare Hervé Poncharal intende fare un salto generazionale, come ha fatto la Honda con Jack Miller e la Suzuki con Maverick Vinales. L’obiettivo è mettere le mani su un talento eccezionale che possa un giorno sostituire Valentino Rossi e Jorge Lorenzo nel team ufficiale Movistar.

Il 20enne Alex Rins, che nella sua prima stagione in Moto2 ha portato a casa due vittorie e cinque secondi posti, sembrerebbe il tipo adatto. Da rookie ha avuto più successo del suo predecessore Maverick Vinales. Rins è un pilota che commette pochi errori – e lo ha dimostrato facendosi valere nel Campionato del Mondo Moto3 del 2014, nonostante sia stato sconfitto da Alex Márquez e Jack Miller.

“Alex Rins? Credo che abbia fatto la scelta giusta quando ha firmato per altri due anni nel Campionato del Mondo Moto2”,  ha detto Lin Jarvis ha detto in un’intervista con SPEEDWEEK.com. “Ha sicuramente molto talento. Lo considero un buon candidato per il futuro della Yamaha. E’ un pilota molto interessante; noi lo guardiamo da una certa distanza. Purtroppo non abbiamo team nei campionati di Moto2 e Moto3… Ma Alex Rins è sicuramente sulla nostra lista dei desideri; e sta facendo esperienza. Nel 2015 ha commesso qualche errore, ma è veloce e quindi ci interessa”.

Un secondo rider presente nella watch list della Yamaha è Maverick “Mack” Vinales, il rookie dell’anno impegnato nella classe regina con il team di Hamamatsu. Il giovane, 21 anni (a proposito: il 12 gennaio è il suo compleanno), è un pilota dal futuro molto promettente: non a caso su di lui sembrano aver puntato gli occhi anche Ducati, Honda, KTM e Aprilia. “Maverick Vinales? Naturalmente ha già una buona esperienza nella MotoGP”, osserva ancora Jarvis. “Non conosco i dettagli del suo contratto con Suzuki. Ho sentito che ha firmato per due anni con un’opzione per il 2017. Sarà presto un hot topic nel Campionato del Mondo MotoGP. E naturalmente la Yamaha lo guarda con interesse”. Prendere nota.