CONDIVIDI
Valentino Rossi
Getty Images

MotoGP Thailandia, Valentino Rossi: “Yamaha prima e seconda? Non in gara”.

Valentino Rossi aveva bisogno di un po’ di tempo per scaldarsi sulla pista di Buriram ma era ansioso di mettersi al lavoro. È saltato sulla sua Yamaha M1 cercando di trovare un buon assetto di base per la sua moto e ne ha trovato uno nella seconda metà della FP1. A metà mattinata è sceso sotto il crono di 1’33” e i giri migliori personali sono arrivati specialmente alla fine della sessione. Il Dottore ha chiuso la prima sessione di prove libere con il secondo posto, a 0.270 secondi dal suo compagno di squadra, dopo aver segnato il miglior tempo di 1’31.490.

Il nove volte campione del mondo ha avuto una sessione positiva nel pomeriggio, quando ha provato una nuova carenatura per la prima volta. Dopo la bandiera rossa, quando l’italiano ha familiarizzato con il nuovo oggetto, non ha aspettato un altro minuto per mettere un po’d i gomma posteriore morbida per ottenere un giro veloce. Passato brevemente al secondo posto con un 1’31″528, ma la sessione è diventata sempre più bollente a causa delle temperature dell’asfalto prossime ai 50°C. Ha ulteriormente migliorato il suo tempo a 1’31″398 ma non è riuscito a mantenere la sua posizione. Ha completato il primo giorno del GP della Thailandia al nono posto, ma con un gap minimo di 0.308″ dal miglior crono di Andrea Dovizioso

“Essere primo e secondo nelle sessioni di oggi, non dovrebbe significare che queste sono le mie aspettative per la gara, è solo venerdì, ma è vero che la sensazione è molto più positiva di Aragon. Mi sento meglio con la moto, abbiamo modificato le impostazioni nel modo in cui ne avevo bisogno e sembra funzionare – almeno per me – specialmente sulla gomma dura, è completamente diverso da quello che avevamo durante il Test pre-campionato e le gare precedenti. Abbiamo fatto delle buone prove. Vediamo cosa possiamo fare domani”. E conclude con un paragone: “La Yamaha è come l’Inter, la mia squadra di calcio preferita. Quando è in campo, non sai mai cosa sta succedendo”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News