CONDIVIDI
Valentino Rossi
Getty Images

MotoGP, Valentino Rossi: “Se fossi ingegnere Yamaha…”

Valentino Rossi 4° al GP della Thailandia, chiude un week-end che si prospettava più difficile alla vigilia. Sfiorata la pole position di 11 millesimi, ha tenuto il passo di Marc Marquez e Andrea Dovizioso per oltre metà gara, guidando in testa per diversi giri, fino a quando i problemi di slittamento non l’hanno costretto ad arretrare alle spalle del compagno di squadra Maverick Vinales.

“E’ andata molto meglio rispetto allo scorso GP perché ho potuto lottare tra i primi tre”, ha detto Valentino Rossi che perà lamenta un po’ di amarezza per il feeling con le gomme. “Alla fine abbiamo purtroppo sempre qualche problema con le gomme, ma oggi non siamo stati molto indietro Non sono molto felice perché volevo salire sul podio, ma oggi Maverick era molto forte”. Tuttavia “per Yamaha è stata la migliore gara nella seconda metà della stagione”.

Il campione di Tavullia descrive la tendenza al rialzo del team Movistar Yamaha all’inizio del tour asiatico come “importante” e aggiunge: “Ora dobbiamo capire quanto di questo è dovuto alla pista e quanto alla moto. Di solito è una buona pista per Yamaha, quindi speriamo che sia asciutto, perché l’anno scorso è stato un incubo sotto la pioggia”. Ma Rossi non guarda solo al prossimo Gran Premio del Giappone (21 ottobre), ma anche al successivo Gran Premio d’Australia: “Phillip Island è una delle migliori piste del calendario e ci siamo andati bene l’anno scorso. Se funziona di nuovo, vediamo, Motegi mostrerà se siamo forti anche su altre piste”. Ma restano evidenti alcune lacune della M1: “Questa è stata la migliore gara per la Yamaha nella seconda metà della stagione. Ma a volte gli ingegneri sono felici quando Maverick fa un giro veloce in un test. Se fossi ingegnere Yamaha non mi limiterei al giro, analizzare la seconda parte della stagione”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori