CONDIVIDI
Valentino Rossi
Valentino Rossi (getty images)

Nelle prime nove gare del Mondiale 2015 Valentino Rossi è sempre salito sul podio e al Sachsenring conquista un terzo posto assai prezioso, visto che il week-end tedesco si è rivelato in salita sin dal venerdì di prove libere.

Le Honda hanno dimostrato di essere superiori su questo tracciato, ma il pesarese nella prima parte del Gran Premio sorpassa il suo compagno di squadra Jorge Lorenzo e rosicchia altri tre punti in classifica che potrebbero valere tanto per la classifica finale.

La prima vera sfida stagionale contro Lorenzo è finita con una piccola vittoria, ma è stato impossibile recuperare su Dani Pedrosa e il secondo gradino del podio è sfumato nel finale, quando lo spagnolo della Honda ha abbassato i tempi sul giro di qualche decimo.

“In realtà stavo incominciando a pensare dove e come superarlo, quando lui ha abbassato i propri tempi di qualche decimo e mi ha lasciato al palo – ha confessato Valentino Rossi come riportato da Gpone.com -. Ho capito che si era tenuto qualcosa nel taschino e mi ha tolto dall’imbarazzo di decidere se rischiare o meno (ride). Però è stato fondamentale attaccarmi a lui dopo avermi passato, perché grazie alla sua scia sono riuscito a distanziare Jorge”.

 

Nove gare alla fine del Mondiale

Ora il Dottore comanda la classifica con un vantaggio di 13 punti sul compagno di squadra e il bilancio di questa prima parte di campionato non può che essere positivo: “E’ stato fondamentale arrivare davanti a Jorge dopo le sue quattro vittorie consecutive, perché era molto carico e bisognava fermarlo. A Barcellona ho incominciato a fargli paura e da Assen a batterlo”.

Per il decimo titolo iridato mancano ancora nove GP e il campione di Tavullia cerca di fare qualche pronostico: “A Indianapolis vedo Marquez favorito ma anche Lorenzo è molto forte, come a Silverstone, mentre Brno e Aragon sono un punto interrogativo – ha affermato Valentino -. A Misano sono veloce e lo stesso nelle ultime quattro gare dell’anno, sono tracciati che mi piacciono. Però le cose cambiano da gara a gara e la M1 è più competitiva rispetto al 2014, sicuramente si può ancora vincere”.

 

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori