CONDIVIDI
Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (getty images)

Il primo ostacolato delle qualifiche è stato superato da Jorge Lorenzo che domani partirà dalla pole position nel GP di Valencia, gara finale di una stagione effervescente, dove di deciderà il nome del nuovo campione del mondo di MotoGP. Il maiorchino segna anche il nuovo record  di pista in in 1’30″011 e non poteva iniziare questo week-end in maniera migliore, sopratutto considerando che il leader di classifica partirà dall’ultima fila.

“Ho spinto al massimo e quando ho visto il tempo quasi non ci credevo: forse è il miglior giro della mia vita: se lo ripeto altre 50 o 100 volte non riesco a rifarlo – ha ammesso Jorge Lorenzo come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport -. Sono felicissimo per la pole e il tempo fatto, e ovviamente per la condizione di partire davanti, che è molto importante. Non sono molto nervoso, ma un po’ di tensione c’è e questa può spingerti o frenarti. Il mio obiettivo era la prima fila, ma non pensavo di fare la pole, alla fine ho avuto una grande spinta. In gara non sarà facile stare con le Honda, ma dobbiamo farlo se vogliamo vincere il mondiale: loro hanno un gran passo – ha concluso – e noi dobbiamo stare in una delle prime due posizioni se vogliamo il titolo”.

Il pilota spagnolo della Movistar Yamaha riceve anche i complimenti dell’avversario Marc Marquez: “L’obiettivo era la pole, ho spinto tanto e ho anche rischiato di cadere ma Lorenzo ha fatto un giro incredibile – ha detto il pilota di Cervera come riportato da Adnkronos -. Domani per la gara Lorenzo ha un passo leggermente migliore del mio ma proveremo a stargli vicini e a lottare per la vittoria. Sarebbe importante riuscire a superarlo alla prima curva per provare a rallentarlo un po”.