CONDIVIDI
Joan Mir
Joan Mir (©Getty Images)

MotoGP, ufficiale: Joan Mir sarà pilota Suzuki nel 2019-2020.

Suzuki ha confermato ufficialmente che la stella della Moto2 in ascesa Joan Mir completerà la sua line-up di piloti MotoGP del 2019. Lo spagnolo si è assicurato la classe MotoGP dopo appena due stagioni e mezzo. Lo spagnolo ha fatto il suo debutto a tempo pieno in Moto3 all’inizio del 2016, è stato campione del mondo nel 2017 e si è unito alla Moto2 nel 2018.

Joan Mir collaborerà con Alex Rins per un contratto iniziale di due anni, al posto di Andrea Iannone che si unirà ad Aprilia la prossima stagione. L’annuncio tanto atteso significa anche che tutti e dodici i sedili ufficiali del team MotoGP sono ora occupati per le stagioni 2019 e 2020. “Joan Mir ha solo 20 anni, è già un campione del mondo con ben 10 vittorie lo scorso anno e ha già dimostrato diverse abilità”, ha dichiarato il direttore del team Suzuki Davide Brivio. “È fiero, è arguto, è simpatico e può essere molto veloce, tutte le caratteristiche che ci piace cercare in un giovane pilota, che vuole unirsi a noi non solo per il prestigio di una moto di fabbrica ma soprattutto perché crede nel nostro progetto di corse”.

Il capo del team Suzuki MotoGP, Shinichi Sahara, ha dichiarato: “Come squadra abbiamo sempre cercato di guardare avanti a piani di sviluppo a lungo termine, che includono anche scommesse su giovani piloti che riteniamo possano essere un investimento per il futuro. L’abbiamo fatto nel nostro anno di debutto nel 2015, lo abbiamo fatto ancora nel 2017 quando abbiamo firmato l’esordiente Alex Rins, che è stato confermato anche quest’anno, e lo confermiamo ulteriormente con l’accordo con Joan Mir. È un talento giovane che vorremmo vedere crescere e aiutarci a far crescere la GSX-RR e la squadra con lui. Ora è coinvolto nella classe Moto2 e vogliamo sicuramente che si goda il campionato, ma siamo anche desiderosi iniziare a lavorare con lui e vederlo esordire nella massima classe. Crediamo nelle sue capacità”.