CONDIVIDI
Marc Marquez
Getty Images

MotoGP Thailandia, Marc Marquez rispetta Dovi: “Gli piace attaccare”.

Con la quinta pole position stagionale, la primo da Spielberg, la 50esima in carriera, Marc Márquez ha dimostrato di voler chiudere quanto prima il discorso mondiale. Il 25enne leader della MotoGP ha vissuto un turbolento sabato sul circuito del Chang International quando è caduto nella terza sessione di prove libere alla curva 4, costringendolo a passare dalla Q1, la seconda volta in questa stagione dopo il GP di Catalunya.

Ma la stella della Repsol Honda ha affrontato brillantemente questo incidente, ha guidato il miglior tempo in Q1 e Q2. Con 1: 30.031 min, lo spagnolo è arrivato vicino al miglior tempo di febbraio di Dani Pedrosa (1: 29.781 min). “Sono estremamente felice e mi sono sentito molto a mio agio sulla moto oggi. Al mattino ero un po’ arrabbiato con me stesso. Abbiamo montato le nuove gomme nella FP3, ma poi ho fatto un errore. Stavo andando ai box troppo in fretta, ma la seconda moto non era ancora pronta e poi sono caduto”, ha detto Marc Marquez. “Ho fatto alcuni giri con la gomma anteriore usata e abbiamo rischiato. Ma è così, se vuoi prepararti bene per la gara. In FP4, Q1 e Q2 siamo stati in grado di brillare di nuovo. Mi sono sentito molto a mio agio nel Q1, ho commesso alcuni errori, ma sono riuscito a rimanere in testa”.

Il leader della Coppa del Mondo ha quasi subito un secondo incidente nel FP3 sabato mattina, ma si è reso autore dell’ennesimo salvataggio al limite. “Mi sono spinto così lontano nella prima curva che ho perso il controllo della gomma anteriore”, ha spiegato Il Cabroncito. “Fortunatamente, sono stato in grado di salvare la situazione. Domani cercherò di essere più calmo perché la distanza non dovrebbe essere sottovalutata”. Nella gara di domenica si aspetta un forte Andrea Dovizioso su Ducati. “Ha il controllo della pista qui e sappiamo che gli piace attaccare. Le due Yamaha guidano molto bene e costantemente”. In alcune parti della pista il pilota Honda perde troppo tempo. Questo dovrebbe essere risolto fino a domani. “Spero che potremo fare un altro passo avanti nel warm-up in modo che siamo pronti per la gara.”

A causa delle temperature elevate del Chang International Circuit, le gomme giocheranno un ruolo importante nella gara della MotoGP. Quasi tutti i piloti cominceranno con la gomma posteriore rigida, “mentre l’anteriore dipenderà dallo stile di guida dei singoli piloti”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori