CONDIVIDI
Johann Zarco
Getty Images

MotoGP Thai, Johann Zarco alla ricerca del vecchio feeling

Il GP della Thailandia di questo fine settimana avvia una parte molto cruciale ed impegnativa del Campionato del Mondo MotoGP 2018, essendo una nuova aggiunta nel calendario, oltre alla prima delle quattro gare in Asia e Australia. Dopo un test positivo a febbraio, Johann Zarco non vede l’ora di tornare al Buriram nella speranza di poter lottare per il miglior pilota satellite in classifica.

“Il circuito internazionale di Chang è una bella pista, che ho potuto vedere già a febbraio, quando ci sono stati tre giorni di test lì. L’ultimo ricordo di questo posto è piuttosto positivo, quindi può essere il momento di tornare ad un buon feeling e una posizione decente per combattere ancora con i ragazzi più veloci. Mi piacerebbe essere competitivo su quella pista, mi sentivo bene lì e anche gli altri non avevano un test aggiuntivo lì, quindi forse hanno un vantaggio minore rispetto alle ultime gare. Sono felice di andarci, iniziamo un lungo viaggio con quasi quattro gare di fila, quindi sarà importante gestire bene il mio corpo e il mio umore, ma sono sicuro che queste due cose stanno andando bene”.

MotoGP, Syahrin sfida Morbidelli per il “Rookie of the Year”

Si avvicina al paese natale Hafizh Syahrin che ha fatto il suo debutto in MotoGP nella nuova sede, dove Monster Yamaha Tech3 con tutti i partner ha deciso di offrire al pilota malese l’opportunità per l’intera stagione. Il talentuoso rookie non ha deluso e punta a tornare nel posto vicino al suo paese d’origine e impressionare i suoi fan nel rivendicare più punti possibili su Franco Morbidelli, che è attualmente in testa alla classifica del Rookie of the Year.

“Ho dei bei ricordi per quanto riguarda la Thailandia, perché all’inizio dell’anno ho avuto la possibilità di provare una moto MotoGP al Chang International Circuit, dove finalmente ho guidato la M1 per la prima volta. Il test si è chiuso a meno di due secondi dalla cima. Ora spero che questa pista possa darmi una spinta in più per questo weekend, perché non vedo l’ora di arrivare a Buriram e anche perché è l’inizio dei round asiatici prima del finale di stagione a Valencia Le ultime due, tre gare ho avuto difficoltà, sappiamo che affrontiamo una situazione difficile insieme alla Yamaha, quindi spero che possano aggiustare qualcosa per darci la possibilità di lottare per ottenere risultati migliori”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.