CONDIVIDI

MotoGP, Test Aragon: Jorge Lorenzo da record, Yamaha soddisfatta.

Si sono conclusi ieri i due giorni di test privati sul circuito di Aragon, dove si tornerà in pista il 23 settembre per il Gran Premio. Mercoledì Maverick Viñales e Valentino Rossi con la Yamaha ufficiale hanno continuato il lavoro già svolto nei test di Misano, amplificando l’impegno su altre aree della moto. Insieme alla Yamaha ha provato anche la Ducati Pramac con Danilo Petrucci e Jack Miller impegnati con alcuni prototipi.

Nella seconda giornata protagonista assoluto il team ufficiale Ducati con Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso, insieme al collaudatore Michele Pirro. Il maiorchino ha fatto segnare un tempo record di 1’47”6, mentre poco più lento è stato il compagno di squadra è Andrea Dovizioso in 1’48”0. Suzuki e KTM, non avendo limiti grazie al regime di concessioni, sono scesi in pista in entrambi i giorni con i piloti ufficiali. Per quanto concerne la Suzuki, accanto ai titolari Alex Rins ed Andrea Iannone, c’era anche il collaudatore Sylvain Guintoli. La KTM ha schierato Bradley Smith ed il nuovo tester Randy De Puniet.

Al MotorLand di Aragon era presente anche Jonas Folger ma solo come spettatore. Il tedesco è stato fortemente legato al ruolo di pilota collaudatore con la Yamaha, quindi la sua presenza rafforza le voci di corridoio. Del resto Lin Jarvis ha preannunciato, nel corso del week-end di Silverstone, che sicuramente il prossimo tester Yamaha non sarà di origine britannica. Quindi da escludere Bradley Smith e Scott Redding, la scelta più logica porterebbe a puntare l’attenzione sul tedesco Folger che ha già una certa dimestichezza con la M1, con cui ha anche conquistato un podio nella stagione 2017 prima di ritirarsi per motivi di salute.

Segui le nostre notizie anche su Google news

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori