CONDIVIDI
Suzuki (Getty Images)

MotoGP | Suzuki potrebbe creare una squadra satellite

In questi anni in MotoGP ha assunto grande importanza il ruolo delle squadre satellite, tanto che Honda e Ducati hanno deciso di dare una 3a moto ufficiale a queste squadre. Anche la Suzuki in queste ultime stagioni ha pensato di creare un team clienti, ma l’idea dopo il tracollo dell’ultima stagione è naufragata.

Suzuki però si affaccia a questo 2018 con rinnovate speranze. La nuova moto, infatti, sembra funzionare bene e i due piloti nei test sono apparsi discretamente soddisfatti. Proprio per questo nei pian dei giapponesi sembra farsi strada nuovamente l’idea di un team satellite.

A breve la decisione definitiva

Nel mercato dei team, tra le squadre interessate a cambiare aria ci sono l’Avintia Racing, l’Angel Nieto Team e il Marc VDS. Naturalmente il pezzo pregiato resta il Team Tech3, che però sembra già promesso sposo della KTM. La Suzuki però sembra aver messo nel mirino una di queste squadre per farne il proprio team satellite.

Come riportato da “Motorsport.com”, Davide Brivio ha così commentato tali voci: “Vogliamo un team satellite nel 2019. Dobbiamo cercare le risorse necessarie all’interno della nostra struttura. Dobbiamo sbrigarci però, abbiamo poco tempo, entro pochi mesi dovremo aver preso una decisione in merito”.

Il team principal Suzuki ha poi proseguito: “Sono abbastanza ottimista rispetto l’anno scorso. Una squadra satellite potrebbe aiutarci nella ricerca e nello sviluppo sulla nostra moto. Dobbiamo però capire bene a cosa andremo incontro a livello di: pezzi di ricambio, ingegneri e tutto il resto. Dovremo firmare con qualcuno perché in questo momento abbiamo solo la squadra ufficiale”.

Insomma le idee per i giapponesi sono abbastanza chiare, presto bisognerà prendere una decisione. Prima però bisognerà fare i conti con le spese e gli sforzi umani da dover affrontare per questo tipo di impegno.

Antonio Russo