CONDIVIDI
Valentino Rossi e Silvano Galbusera
Valentino Rossi e Silvano Galbusera (©Getty Images)

Valentino Rossi sbarca in Texas con l’obiettivo di sfatare il tabù di Austin. Il circuito americano non sembra favorevole al suo stile di guida, ma con la Yamaha M1 in splendida forma i pronostici pro-Marquez potrebbero essere capovolti. Nel 2013 ha esordito con un sesto posto finale, ottavo nell’edizione successiva. Unico podio nel 2015, l’anno scorso è stato costretto al ritiro dopo due giri per aver bruciato la frizione.

Adesso è tempo di invertire la rotta nel GP di Austin, ma prima di tutto dovrà trovare la quadra con la moto. Set-up per il nuovo telaio e feeling con l’anteriore sono i primi due imperativi del week-end. Il capotecnico Silvano Galbusera detta le coordinate. “Il problema è il coordinamento dell’elettronica, usare la potenza correttamente in prima marcia. Sappiamo tutti quanto siano potenti queste moto. Il segreto di questa pista è di utilizzare il più energia possibile senza permettere impennate e spinning, che distrugge le gomme posteriori”.

In Texas Michelin potrebbe portare una gomma anteriore con carcassa più rigida rispetto a quella utilizzate nelle prime due gare. Così da venire incontro alle richieste di diversi piloti. Primo fra tutti Valentino Rossi. “Penso sia interessante far provare la carcassa  più rigida a tutti, non solo a me”, ha detto il campione di Tavullia. Dopo le polemiche dei giorni scorsi preferisce non discutere le decisioni in Safety Commission, nonostante in Argentina molte cadute siano avvenute per colpa dell’anteriore. “In ogni caso, correrò con quello che ci danno”.

L.C.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori