CONDIVIDI
Valentino Rossi GP Valencia
Valentino Rossi (getty images)

Valentino Rossi è uscito sconfitto dal Gran Premio di Valencia, a nulla è servita la sua grande rimonta dall’ultima fila alla quarta posizione. Jorge Lorenzo ha vinto la corsa e il titolo, aiutato anche dalla poca aggressività mostrata dai due connazionali della Honda che è stata da lui stesso riconosciuta. Tanta è la delusione per l’italiano, che nel post-gara non si è risparmiato nell’attaccare soprattutto Marc Marquez e nel rivolgere qualche frecciatina anche al compagno di squadra.

Ieri si è svolta anche una serata di gala per le premiazioni FIM, ma il Dottore non si è presentato. Al suo posto c’era il team manager Mario Meregalli a ritirare la medaglia per il secondo posto ottenuto nella classifica finale. Ufficialmente l’assenza di Valentino Rossi è stata giustificata adducendo un presunto “malessere” accusato dal pilota. Ma in realtà, asserisce La Gazzetta dello Sport e non solo, il nove volte campione del mondo non voleva vedere né Jorge Lorenzo e né Marc Marquez dopo quanto successo. E neppure i vertici della Dorna, organizzatrice del Motomondiale, colpevole a suo dire di aver agevolato questa farsa.

Il Mondiale di MotoGP è terminato con tante tensioni che si protrarranno fino al prossimo campionato. Anche se c’è una pausa davanti, è successo qualcosa di troppo grosso perché venga dimenticato in fretta. Siamo certi che anche nella prossima stagione non mancheranno momenti caldi tra i protagonisti delle ultime tre gare del 2015. Valentino Rossi è convinto di aver subito un’ingiustizia e lotterà per riscattarsi, anche se nel 2016 compirà 37 anni e dunque l’obiettivo di vincere il decimo titolo mondiale potrebbe essere ancora più complicato, soprattutto se Marc Marquez dovesse essere della partita.