CONDIVIDI
Circuito di Losail (Qatar)
photo Twitter

Il Motomondiale 2018 prende il via con il tradizionale Gran Premio del Qatar che, per la classe MotoGP, si svolgerà nelle ore serali, sotto le luci artificiali dei riflettori. E’ terminata l’attesa dopo la pausa invernali per una primavera di due ruote che si preannuncia incandescente dopo i nove giorni di Test Irta.

Il circuito di Losail si presenta con la sua lunghezza di 5,4 km, con 6 curve a sinistra e 10 a destra, per una larghezza di 12 metri e il rettilineo principale che dista 1.068 metri. In caso di pioggia i piloti scenderanno ugualmente in pista dopo aver dato l’ok al termine della terza giornata di prove ufficiali del 3 marzo, quando la pista è stata bagnata con autocisterne per simulare condizioni da bagnato.

Ducati e Honda ripartono con i favori del pronostico, grazie alla marcia in più dovuta all’elettronica, anello mancante del team Yamaha. La casa di Borgo Panigale sembra aver trovato in Andrea Dovizioso la punta di diamante, con Jorge Lorenzo che ancora arranca alla ricerca del feeling con la nuova Desmosedici, elemento che potrebbe influire sul rinnovo dei contratti dei due alfieri. Marc Marquez ha dimostrato di avere un ritmo impressionante durante i test invernali e Dani Pedrosa ha confermato il grande stato di forma della RC213V conquistando per due volte il best lap nella preseason. Ancora dubbi in casa Yamaha con Valentino Rossi e Maverick Vinales che lamentano problemi di grip a causa di un vuoto tecnico nel campo dell’elettronica.

In Moto2 si ricomincia dal titolo iridato conquistato da Franco Morbidelli nella scorsa stagione. Quest’anno le speranze tricolori sembrano riposte in Francesco Bagnaia, che ha già firmato per il 2019 con Pramac Racing. Ma attenzione alle “frecce” Mattia Pasini, autore di una formidabile stagione 2017, e Romano fenati, che potrebbe stupire nonostante la sua veste da rookie.

In Moto3 ben più nutrito il gruppo di italiani che daranno l’assalto al titolo iridato. Enea Bastianini ha dimostrato di saper dire la sua nei test invernali, ma anche Fabio Di Giannantonio non è stato da meno, sempre e costantemente nelle posizioni di vertice. Occhi puntati su Niccolò Antonelli del team SIC58, Tony Arbolino e sull’ormai esperto Andrea Migno.

Il Gran Premio del Qatar 2018 sarà trasmesso in diretta TV su Sky MotoGP HD (canale 208) e in differita su TV8 (sabato alle 19 sintesi delle Qualifiche; domenica alle 18:00 Gara Moto3, 19:20 Gara Moto2; 21:00 Gara MotoGP).

Venerdì 16 marzo

10:50 – 11:30 Moto3 FP1
11:45 – 12:30 Moto2 FP1
12:45 – 13:30 MotoGP FP1
15:10 – 15:50 Moto3 FP2
16:05 – 16:50 Moto2 FP2
17:05 – 17:50 MotoGP FP2

Sabato 17 marzo

10:40 – 11:20 Moto3 FP3
11:35 – 12:20 Moto2 FP3
12:35 – 13:20 MotoGP FP3
14:45 – 15:25 Moto3 Qualifiche
15:40 – 16:25 Moto2 Qualifiche
16:40 – 17:10 MotoGP FP4
17:20 – 17:35 MotoGP Q1
17:45 – 18:00 MotoGP Q2

Domenica 18 marzo

11:40 – 12:00 Moto3 Warm Up
12:10 – 12:30 Moto2 Warm Up
12:40 – 13:00 MotoGP Warm Up
14:00 Moto3 Race (18 giri)
15:20 Moto2 Race (20 giri)
17:00 MotoGP Race (22 giri)

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori