CONDIVIDI

I piloti del team Pramac Ducati, Danilo Petrucci e Jack Miller, scendono in pista al Mugello con un design speciale ispirato dal costruttore di vetture sportive Lamborghini. Paolo Campinoti, proprietario del team italiano, vanta una stretta amicizia con il CEO di Lamborghini Stefano Domenicali e anche il capo designer tedesco della Lamborghini Mitja Borkert è un grande fan della MotoGP. Tant’è che la presentazione del team di Pramac si è svolta nel marzo 2018 presso la sede di Sant’Agata Bolognese.

L’idea della livrea speciale è nata in Qatar: il giallo ha a che fare con il colore originale del SUV Urus Lamborghini, questa moto sarà guidata da Jack Miller. Per Danilo Petrucci invece una Desmosedici prevalentemente di colore nera, un po ‘stile Batman. “Abbiamo avuto il privilegio e l’onore di essere ospiti nello spettacolare scenario della linea Urus per battezzare la stagione 2018 di MotoGP – ha spiegato Paolo Campinoti -. Ci piace quindi pensare di poter ricambiare mettendo in pista nel nostro GP di casa queste favolose Ducati Desmosedici con i colori di Lamborghini. Fino a questo punto la stagione ci ha regalato grandi soddisfazioni con Danilo e Jack. Vogliamo continuare su questa strada e dobbiamo farlo a partire da domani”.

Stefano Domenicali, Chairman e CEO di Automobili Lamborghini, è soddisfatto per questa inedita partnership: “Innanzitutto vorrei ringraziare Paolo Campinoti per questa bellissima opportunità. Lamborghini è ambasciatore del made in Italy in tutto il mondo ed è un’azienda proiettata verso il futuro, con particolare attenzione ai giovani che sono anche nostri clienti. Pertanto credo che questa nostra presenza speciale nel mondo della Moto GP sia un’occasione perfetta. La livrea della Ducati Desmosedici GP di Alma Pramac Racing, disegnata dal nostro Centro Stile per la gara di domenica, ci rende particolarmente orgogliosi. A nome di tutta Automobili Lamborghini, un grosso in bocca al lupo a Petrucci e Miller, oltre naturalmente a tutta Ducati Corse, marchio a cui siamo legati per l’appartenenza allo stesso Gruppo, per un fantastico GP d’Italia”.