CONDIVIDI
Gomma Michelin
Gomma Michelin (©Getty Images)

In MotoGP l’argomento “gomme” è sempre molto sensibile per i piloti. Non tutti sono sempre soddisfatti, ovviamente. Qualche lamentela verso il fornitore c’è sempre, è normale.

E in questo inizio di campionato 2017 si è molto discusso del pneumatico anteriore morbido. Secondo alcuni rider, Valentino Rossi e Andrea Iannone in testa, esso è eccessivamente morbido. Manca il giusto feeling e non c’è abbastanza grip, la moto col passare dei giri si muove davanti e diventa instabile. I team che hanno riscontrato questi problemi hanno lavorato e fatto progressi. Forse si tratta solo di trovare le giuste soluzioni per far lavorare bene gomma e moto. Però non è sempre semplice e per questo era stata chiesta a Michelin un nuovo tipo di copertura.

L’azienda francese ha così realizzato un pneumatico anteriore morbido con una carcassa un po’ più dura di quella portata finora. Già nelle prove libere del Gran Premio d’Argentina avrebbe dovuto essere testato. Alcuni problemi burocratici hanno fatto saltare tutto. Si pensava che sarebbe stato l’appuntamento di Austin quello giusto, ma non è andata così.

La Michelin, come spiegato pure da Sky Sport, ha deciso di attendere. I piloti potranno provare la nuova gomma solamente a Jerez. Non nelle prove libere, ma nel test che scatterà il lunedì immediatamente successivo alla gara. Dunque bisognerà aspettare l’8 maggio per vedere il nuovo pneumatico anteriore in pista. Ci sarà molta curiosità di vedere come funzionerà e che impressioni avranno i rider.

Come detto in precedenza, Valentino Rossi è stato tra coloro che ha chiesto una nuova copertura e pertanto il suo parere è molto atteso. Ovviamente conterà in egual modo sentire i suoi rivali, compresi coloro che non hanno espresso particolare criticità sulla gomma attuale. La Michelin spera di essere venuta incontro a tutti e di non riscontrare nuove problematiche.