CONDIVIDI
Valentino Rossi e Marc Marquez
©Getty Images

MotoGP Mugello, warm-up: tempi e classifica finale

Livree speciali, caschi personalizzati, tribune stracolme di spettatori, fumogeni gialli. La domenica del Gran Premio del Mugello ha già la sua degna cornice in vista del warm-up dove team e piloti stanno cercando di mettere a punto gli ultimi dettagli in vista della gara delle ore 14:00, soprattutto in termini di gomme e set-up. A fare la differenza potrebbe essere l’anteriore e la sua usura: chi riuscirà a preservare al meglio il pneumatico avrà maggiori possibilità di vittoria.

Le temperature nel pomeriggio saranno sensibilmente più alte quindi stamane sarà difficile scegliere il giusto pneumatico e i tempi saranno leggermente più alti nel GP. A chiudere il warm-up al comando ci pensa ancora una volta Andrea Iannone in 1’47″080 davanti a Marc Marquez e Andrea Dovizioso. 7° Valentino Rossi a 6 decimi dal best lap.

“Siamo competitivi con entrambi i piloti, oggi sarà una gara incredibile. I tifosi si divertiranno molto, non riesco a capire chi dei 7-8 piloti che sono nelle prime tre file potranno salire sul podio, poi ci sono 3-4 candidati alla vittoria, sarà una gara avvincente fino a metà o 3/4 di gara, fino a quando si capirà chi avrà più gomma”, ha dichiarato Davide Tardozzi a Sky Sport. “Da oggi in poi Lorenzo sarà più competitivo, lo sarà ancora di più a Barcellona, perchè ha capito qualcosa che gli ha fatto fare un piccolo passo in avanti”.

“Il nostro warm-up è stato un po’ falsato per quanto riguarda la scelta della gomma della gara – ha detto Maio Meregalli -, siamo stati costretti a usare la media davanti per via della temperatura. Oggi pomeriggio useremo la soluzione più dura, non sarà facile perchè con la dura anteriore perderemo un po’, ma se la temperatura continua a crescere potrebbe essere una buona soluzione… Sarà una bella gara fino ai 3/4 perchè molti piloti si giocheranno la vittoria e il podio. Spero che chi partirà con la media sarà una gara di attesa in modo che non scappino, noi dovremo usare la gomma dura e questo ci avvantaggerà, ma non credo molto nelle gare di attesa”.