CONDIVIDI
Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi conferma le difficoltà della Yamaha nonostante il terzo posto al Gran Premio d’Italia.

Un terzo posto prezioso per il futuro della stagione. Valentino Rossi è euforico dopo aver conquistato il podio con la sua Yamaha al Mugello ma ammette che ci sono ancora difficoltà e spera in un aiuto della casa giapponese. Queste le parole del pilota italiano a Sky: “È stato fantastico andare sul podio. Vale la pena correre tutto l’anno per stare poi sul podio del Mugello. Una gara difficilissima, una delle più difficili che ricordo. La moto si voleva chiudere ogni volta che toccavo il gas, è stata cruciale la pole di ieri. Sono riuscito a partire con Jorge Lorenzo, avevo una gomma hard però avevo una piccola speranza perché tutto il gruppo aveva gomme soft. Per battere Iannone però ho dovuto pensare a tutti gli sforzi che ho fatto questa settimana per salire sul podio e ce l’ho fatta. Quando non c’è grip davanti bisogna andare in curva più piano.

Valentino Rossi: “Gli amici giapponesi devono darci una mano”

Nonostante il podio e la pole conquistato, Valentino Rossi sottolinea la necessità di migliorare: “C’erano problemi anche oggi, abbiamo fatto uno step come guidabilità di moto, siamo veloci quando le gomme hanno molto grip. In gara abbiamo problemi, soffriamo ancora troppo però adesso ci devono aiutare perché sappiamo dove abbiamo problemi e quindi i nostri amici giapponesi devono darci una mano. Sono secondo in classifica quindi credo di aver fatto un ottimo lavoro finora. La nostra moto quando c’è molto grip si guida molto bene, nel passo di gara invece non andiamo bene. Bisognerebbe fare gare di 4-5 giri. Sono molto contento, non pensavo di essere secondo in campionato dopo il Mugello. Questi problemi alla moto non sono facili da migliorare durante la stagione. Se riusciamo ad essere competitivi dopo la pausa si può pensare a lottare per la vittoria finale.