CONDIVIDI
Michele Pirro
Michele Pirro (©Bonora Agency)

Seconda sessione di prove libere al Mugello. Team al lavoro sulle gomme visto che si gira alle stesse condizioni e temperature della gara di domenica. La maggior parte dei piloti opteranno per la mescola media o dura al posteriore.

A 30 minuti dalla fine della FP2 sventola bandiera rossa: brutta caduta di Michele Pirro alla San Donato, una delle staccate più brusche del Motomondiale. Attimi di tensione per il collaudatore pugliese che viene accompagnato al centro medico ma in stato cosciente dopo il volo di 4 metri dal suolo. “Sembra non ci sia nulla di grave, ma trasporteranno Michele all’ospedale Careggi per una tac – ha spiegato Paolo Ciabatti a Sky Sport -. Non ricorda nulla di quanto successo, ha perso coscienza dopo l’impatto, ma sembra non ci sia nulla di grave, forse solo un problema alla spalla”. Si ipotizza un problema al posteriore sulla Desmosedici di Pirro, forse un distaccamento della pastiglie dal disco freno. Per Michele si parla di trauma encefalico, lombare e cranico, ma non sarebbe nulla di grave.

Novità in casa Suzuki sulla moto di Alex Rins, mentre Andrea Iannone la proverà domani. Si tratta di un’applicazione in carbonio sul telaio, provata già con Guintoli e che serva a modificare la rigidezza del telaio della GSX-RR. Il pilota di Vasto continua a martellare giri veloci dopo il best lap del mattino e segna subito 1’47″435 e poi si migliora in 1’46″735

Cade anche Marc Marquez (fischiato dal pubblico!) per un problema di temperatura gomme, ma senza conseguenze. Nel finale seconda bandiera rossa: si rompe il motore della Ducati di Andrea Dovizioso che prima caccia del fumo e poi va a fuoco, ma il pilota forlivese ha mantenuto la calma e atteso l’arrivo dei marshall con gli estintori.

Dopo il time attack Andrea Iannone si conferma in testa alla classifica della FP2 davanti a Maverick Vinales a 387 millesimi e Marc Marquez a 483 millesimi. 7° Valentino Rossi a sette decimi dal best lap. Buona prestazione di Franco Morbidelli, ottavo a soli 52 millesimi dal suo maestro Rossi.

1
A. IANNONE
1:46.735
2
M. VIÑALES
+0.387
3
M. MARQUEZ
+0.483
4
J. ZARCO
+0.630
5
J. MILLER
+0.668
6
C. CRUTCHLOW
+0.698
7
V. ROSSI
+0.710
8
F. MORBIDELLI
+0.762
9
D. PETRUCCI
+0.834
10
J. LORENZO
+0.956