CONDIVIDI
Mugello MotoGP
Mugello MotoGP (©Getty Images)

Quello del Gran Premio d’Italia al Mugello è uno degli appuntamenti più sentiti del Motomondiale. Il nostro Paese una delle patria del motociclismo e ha tanti rappresentanti in pista. Il tifo è sempre caldissimo all’autodromo toscano.

Nel weekend le tribune sono dipinte soprattutto di giallo per Valentino Rossi e di rosso per la Ducati. Ma ogni pilota italiano ha il proprio seguito di fans, più o meno ampio. Trovano spazio anche i tifosi di rider stranieri, anche se in questa cornice finiscono spesso in secondo piano per ovvi motivi. Dal 2 al 4 giugno avremo prove libere, qualifiche, warm-up e gare Moto3, Moto2 e MotoGP.

Un gran premio che fa registrare praticamente sempre il pienone di pubblico. E quest’anno, a causa delle numerosissime richieste, è stato deciso di aggiungere 25 mila posti nelle tribune presenti al Mugello. Stando alle indiscrezioni riportante da Nove.Firenze.it, la capienza aumenterà sia sulla tribuna Centrale (1.500 posti), sia alla Poggio Secco, alla Materassi, ma anche alla “58” e al Correntaio con la Tribuna Ducati.

Gli organizzatori hanno deciso di venire incontro ai tanti appassionati di motociclismo che vogliono godersi il weekend del Mugello. Chi lo ha vissuto in passato sa bene di cosa si tratti. Non è un fine settimana come gli altri. L’atmosfera lì è speciale. Si respira l’essenza dei motori e il clima è eccezionale. Prevalgono i tifosi di Rossi, seguiti da quelli della Ducati, ma in generale è una bella festa per tutti i fans di questo sport. Indipendentemente dal tifo, è un’esperienza che merita di essere vissuta.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)