CONDIVIDI
Franco Morbidelli (©Getty Images)

Franco Morbidelli ha partecipato a un evento promozionale a Madrid con gli altri campioni del mondo della stagione 2017, Marc Márquez e Joan Mir. L’italiano ha rivisitato la stagione che l’ha portato al titolo mondiale Moto2 e ha parlato del prossimo anno in MotoGP.

“La Moto2 è un campionato dove la coerenza è importante. Essere davanti ad ogni gara è una delle chiavi”, ha detto il pilota della VR46 Academy. “Arrivare in MotoGp è meno stressante conoscendo la squadra, come funziona nei miei primi due test. Sono stati molto bravi, ho migliorato poco a poco con la mia squadra. È importante imparare bene come guidare la moto nei test. Devo imparare dai grandi della categoria. E poi devo prepararmi bene per le prime gare. Sarà il primo anno e dobbiamo migliorare e imparare durante il campionato. Ancora non so quale sarà il mio risultato, dopo quattro o cinque gare vedremo dove sono”.

Il sogno è di contendere la vittoria a Marc Marquez in un Gran Premio combattendo fino all’ultimo giro. Ma anche in terra spagnola sono inevitabili le domande dei media sul suo strettissimo rapporto con Valentino Rossi. “Lo conosco da quando avevo 13 anni, da quel momento mi sono allenato con lui e mi ha insegnato molto fino ad ora. Ora saremo rivali e sicuramente mi lascerà andare da solo e lui mi guarderà – ha dichiarato Franco Morbidelli a Mundodeportivo.com -. Devo imparare da lui, non mi spiegherà le cose come prima. Farei lo stesso”.

C’è grande attesa per vederlo all’opera in classe regina e un po’ ovunque viene già apostrofato come il nuovo Rossi: “Come in Spagna c’è un Marquez, in Italia c’è un Valentino. È impossibile essere come loro, ma cercherò di scrivere la mia storia”.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori