CONDIVIDI
Maverick Vinales
Getty Images

MotoGP, Maverick Vinales: “Yamaha va indietro anzichè avanti”

Maverick Vinales ha definitola gara di Aragon come “la peggior gara del mio tempo con la Yamaha”, dichiarando che la prestazione della M1 è stata la meno competitiva che abbia conosciuto scivolando verso un decimo posto alquanto fortuito, se si considerano le cadute di Lorenzo, Bautista e Crutchlow.

L’ex campione del mondo Moto3 poco dopo la partenza era solo 18esimo dopo che il suo team ha cambiato il set-up della sua Yamaha prima della gara, ma le modifiche hanno peggiorato la situazione, come accaduto a Valentino Rossi nelle qualifiche. “Non c’era una zona che funzionasse correttamente”. Nonostante si sia fatto strada tra un certo numero di piloti per piazzarsi decimo alla bandiera a scacchi, sei secondi dietro al compagno di squadra e al primo finisher Yamaha Valentino Rossi, non c’erano elementi positivi da estrarre da un altro weekend disperatamente deludente.

“Beh, onestamente è stata la peggior gara del mio tempo alla Yamaha, e la peggiore performance della moto”, ha ammesso Maverick Viñales. “La sensazione era peggiore sulla moto. Non posso dire commenti veramente precisi perché ogni area funzionava male. Non c’era un’area che funzionasse correttamente. Non mi stavo confrontando con le moto di fabbrica. Mi stavo confrontando con le moto private che a dire il vero erano anche più veloci di me”. Rispetto al sabato ha provato a cambiare il bilanciamento dei pesi, mettendo più pressione sulle gomme nella speranza di trovare più grip, ma non ha funzionato. “E’ stato onestamente un disastro completo. Sono davvero deluso da questo fine settimana e da Misano. Ho avuto una buona velocità durante il test, ma ho visto che a Misano sembra che siamo andati indietro piuttosto che in avanti. Non c’è molto da dire: provo a dimenticare questa gara, vado a casa, rilassato, concentrato e riproverò al Buriram”.

Non ci sono obiettivi per questa stagione, se non di trovare una soluzione ai problemi entro i test di novembre a Valencia e Jerez. nelle prossime gare si lavorerà per le qualifiche e a fare bene in gara: ” Non riesco a pensare dopo un fine settimana come questo che posso vincere perché non è vero. Mi do false aspettative. Devo rendermi conto che la moto non è dove sono… L’obiettivo di vincere è stato perso molte gare fa e dobbiamo provare prima di tutto nella Q2 e poi vediamo”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.