CONDIVIDI
Marc Marquez
Getty Images

MotoGP, Marc Marquez: “Per battere Ducati dobbiamo migliorare”

Il titolo MotoGP 2018 per Marc Marquez è quasi afferrarato. mancano appena 5 gare e il gap in classifica da Andrea Dovizioso è di 72 punti, quasi tre vittorie davanti al suo rivale Ducati. Il trionfo di Aragon ha smorzato ogni entusiasmo del forlivese, il Cabroncito poteva accontentarsi tranquillamente della seconda piazza, ma davanti al suo pubblico ha azzardato fino all’ultimo giro.

Eppure la Desmosedici inizia a destare preoccupazioni, perchè senza quei tre default di Dovizioso a inizio campionato la classifica sarebbe molto diversa, forse a ruoli invertiti, motivo per cui Honda e Marc Marquez devono lavorare senza sosta in ottica 2019. Dopo la sua vittoria ad Aragon, il leader spagnolo spiega che l’anno prossimo spera in progressi sia sulla sua Honda che su se stesso. “Certo che posso migliorare me stesso, sono umano, posso e voglio migliorare, ogni anno impari qualcosa”, dice il venticinquenne, affermando chiaramente:” Dobbiamo migliorare, dobbiamo lavorare se vogliamo lottare ancora per il titolo”.

MotoGP, Ducati più veloce della Honda

Soprattutto, Marc Marquez ha un grande rispetto per Ducati. Gli italiani hanno già vinto sei gare quest’anno. Questo è in contrasto con i sette successi di Honda. I rossi non sono affatto molto lontani. “La nostra moto è molto forte nelle curve strette, e mi sono sentito molto bene anche in pista [in Aragon] in frenata, ma la Ducati è diversa e richiede uno stile di guida diverso”, spiega Marquez spiega il fenomeno di Cervera. “Specialmente quando il pneumatico è nuovo, sono molto forti perché hanno sempre partono dalla prima fila o la pole position”, lo spagnolo solleva un punto di forza della Desmosedici fuori e spiega: “Anche l’anno scorso hanno buon completo. E quest’anno hanno lavorato soprattutto nella seconda metà della stagione per i piccoli dettagli. Sono ovunque veloci. E’ diverso, ma sono veloci su ogni tracciato”.

Mentre Ducati è stata in grado di sradicare alcune delle precedenti debolezze della Desmosedici negli ultimi anni, un grande punto a favore è rimasto lo stesso: la massima velocità. Le Rosse sono ancora avanti in questo senso. Nella gara in Aragon Dani Pedrosa  ha raggiunto i 341 km/h, ma Marquez chiarisce che questi valori sono stati raggiunti solo grazie alla spinta del vento. Alla domanda se la Honda ora ha una migliore velocità massima della Ducati, chiarisce: “No”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News