CONDIVIDI
Marc Marquez a Losail
Marc Marquez (getty images)

Gli avversari hanno ridotto sensibilmente il gap rispetto alla scorsa stagione, ma Marc Marquez sembra essere ancora il pilota più veloce della MotoGP, il campione da battere, un vero osso duro che si appresta a rincorrere il quinto titolo iridato in carriera. Il rider della Repsol Honda nel Mondiale 2015 dovrà fare i conti non solo con i due piloti ufficiali della Yamaha, ma anche con il suo compagno di squadra Dani Pedrosa, che da qualche mese ha cambio radicalmente la sua squadra con esiti positivi, e con le Ducati di Dovizioso e Iannone. Una bella ed emozionante sfida che prenderà il via dal primo Gran Premio sul circuito di Losail in programma in questo fine settimana.

 

Il campione di Cervera su Formula 1, Valentino Rossi e Casey Stoner

Il campione di Cervera, intervistato da Eurosport Spagna, ha parlato della prossima stagione agonistica e sul modo in cui affronterà le gare: “L’istinto mi porta sempre ad essere impavido e ogni weekend scendo in pista intenzionato a vincere tutte le gare a cui prendo parte. Nelle prime gare la mia strategia non cambierà. Se poi nel corso della stagione ci renderemo conto che sarà meglio non prendersi rischi inutili ma badare a fare punti lo farò…”.

Marc Marquez ha parlato anche di una possibile esperienza in Formula 1 anche se la sua passione vitale sono le due ruote: “Certamente mi piacerebbe provare a guidare una monoposto di Formula 1 o gareggiare un rally però io sono fermamente convinto che non potrei diventare un pilota vincente guidando una quattro ruote. I driver vincenti in queste discipline sono piloti che sin da piccoli hanno sempre guidato dei kart… Ognuno deve badare al proprio sport”.

Infine lo spagnolo della Honda confessa una dote di Valentino Rossi che vorrebbe acquisire: “A Valentino invidio l’esperienza e la sicurezza con la quale riesce ad essere un tutt’uno con la propria moto. Rossi è incredibile sa sempre ciò che deve fare per andare forte”. E non nasconde che avrebbe voluto duellare con il due volte campione iridato Casey Stoner, ammesso che non accadrà in futuro: “Diciamo che di quelli che hanno corso nel 21esimo secolo mi piacerebbe gareggiare contro Stoner – ha concluso Marc Marquez -, un pilota con uno stile molto simile al mio”.