CONDIVIDI
Lucio Cecchinello (©Getty Images)

KTM è una realtà che sta attirando le attenzioni di molti team, Lucio Cecchinello compreso. Il boss del team LCR Honda si è detto sorpreso dei passi in avanti della casa austriaca: “KTM è ora una grande azienda con ingegneri incredibilmente capaci”.

Nonostante una prima stagione nei piani bassi della classifica a colpire sono i progressi sia tecnici che economici. “Hanno una squadra corse ottimamente organizzata. Devo ammettere che KTM ha sorpreso tutti nella classe MotoGP 2017, me compreso. Tutti si aspettano che KTM sarà molto competitiva – ha detto Lucio Cecchinello a Speedweek.com -. Quando sono arrivati erano indietro. Non è stato facile per i debuttanti dell’Austria. Penso che devi sempre aspettare fino a quando non ottieni un verdetto. Alla KTM non era diverso. Dovevi dare loro un po’ di tempo e l’opportunità di lavorare e andare avanti a modo loro. Oggi si può dire: KTM ha fatto un lavoro eccellente nel 2017. Guardando i risultati, profetizzo: KTM sarà costantemente nella top ten del prossimo anno”.

La line-up sarà ancora formata da Pol Espargaro e Bradley Smith, ma per il 2019 si pensa a un nome di eccellenza. KTM va avanti per la sua strada con il telaio in tubolare d’acciaio e la sospensione WP interna. La concorrenza Honda e Aprilia utilizza telai in alluminio e elementi a molla Öhlins. LCR Honda invece, è stata la prima squadra Honda ad adottare sospensioni Öhlins al posto di Showa,

Lucio Cecchinello ammette anche di essere sorpreso di quanto rapidamente KTM sia diventata competitiva con il telaio in acciaio. “Sì, assolutamente, una sorpresa. KTM sta facendo un ottimo lavoro. Il telaio in acciaio ha sicuramente dei vantaggi. È economico da produrre e ha anche vantaggi di raffreddamento e così via”.