CONDIVIDI
Andrea Iannone
Andrea Iannone

MotoGP Le Mans, Andrea Iannone: “Momento positivo per Suzuki”

Il quinto round del campionato MotoGP 2018 si terrà sullo storico circuito Bugatti di Le Mans. Il team Suzuki Ecstar arriva in Francia dopo tre podi consecutivi e un test positivo al Mugello la settimana scorsa, utile per sviluppare opzioni di setup immediate e anche per lavorare sulla direzione futura dello sviluppo.

Essendo un tracciato “Stop & Go”, il circuito di Le Mans non è uno dei più adatti alla GSX-RR, ma i costanti miglioramenti apportati dallo scorso anno danno ai due piloti ufficiali Andrea Iannone e Alex Rins la speranza di una buona prestazione. Il pilota abruzzese si sta ancora godendo la dolce sensazione di due podi di fila, ad Austin e a Jerez, ma ora si concentra sul prossimo impegnativo Gran Premio. La gara dello scorso anno è stata dura e questa sarà un’ulteriore motivazione per tornare più forte che mai.

“Le Mans non è un tracciato favorevole per la nostra moto sulla carta, l’anno scorso è stato molto difficile, ma anche Jerez avrebbe dovuto essere difficile per noi e alla fine abbiamo ancora ottenuto un podio – ha detto Andrea Iannone -. Sicuramente stiamo arrivando in Francia in una situazione completamente diversa rispetto all’anno scorso, siamo molto più in forma e siamo molto più consapevoli del nostro potenziale. Ci riproveremo per iniziare in modo positivo e adattare la GSX-RR alle caratteristiche del circuito. In questo momento siamo in un momento molto positivo; c’è armonia e comprensione all’interno della squadra, che è un vantaggio importante quando si punta ai migliori risultati. Quindi arriviamo a Le Mans con un grande aumento di energia!”.

La motivazione di Alex Rins

Alex Rins arriva a Le Mans come “debuttante”, a causa dell’infortunio che lo ha tenuto fuori dall’inizio della scorsa stagione. Anche l’inizio del 2018 è stato difficile per lo spagnolo, ma l’eccellente terzo posto in Argentina, e le prestazioni costanti in tutte le sessioni dei seguenti GP, stanno a significare che ha mantenuto la sua fiducia ed è ancora consapevole del suo potenziale. “Non vedo l’ora di correre a Le Mans, quest’anno sono tornato alla ribalta, ma in ogni caso ho dei bei ricordi lì – dato che è il posto dove ho ottenuto il mio primo podio in Moto3 nel 2012 – ha raccontato il pilota spagnolo della Suzuki -. Ho un sacco di motivazione per fare una buona gara. Stiamo arrivando dopo un test molto positivo al Mugello la settimana scorsa, dove abbiamo trovato alcune nuove soluzioni e ho avuto sensazioni positive”.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori