CONDIVIDI
Bradley Smith (©Getty Images)

La KTM è andata dritta per la sua strada in un’impressionante stagione di debutto in MotoGP. Pol Espargaro, Bradley Smith e Mika Kallio hanno portato avanti un gran lavoro di sviluppo sulla RC16, passando dall’ultima fila di partenza in Qatar alla seconda fila in Australia.

KTM è il nuovo che avanza, non solo in termini di vendite, ma anche dal punto di vista sportivo. I tecnici del team austriaco hanno fatto debuttare un nuovo motore big bang nel corso del campionato, mettendosi in linea con le scelte degli altri costruttori. Dal punto di vista del telaio, invece, hanno seguito un’altra strada montando un telaio in acciaio (anzichè in alluminio) e sospensioni WP (anzichè Ohlins).

Il direttore tecnico Sebastian Risse è fermamente convinto di non aver bisogno di un telaio in alluminio a doppia trave o le sospensioni Ohlins. “Abbiamo molta esperienza con il telaio in acciaio in altre classi e quello che al momento ci manca è il know-how sulle reazioni in MotoGP, mentre abbiamo molte conoscenze nel processo di produzione e progettazione per fare i telai in acciaio”, ha detto a Crash.net. “Ma dobbiamo sapere cosa vogliono queste gomme, cosa vuole questa classe, perché è una moto molto potente rispetto alle altre classi in cui abbiamo esperienza”.

Il progetto KTM continuerà a gravitare intorno al telaio in acciaio sia in MotoGP che in Moto2 e Moto3. Il direttore Pit Beirer è grato ai suoi piloti e agli uomini del box. “Non ci si può preparare completamente alla prima stagione di MotoGP, abbiamo imparato ogni giorno, ogni ora passata nel paddock è importante e le cose sono andate meglio del previsto. Siamo partiti dall’ultima fila nella griglia di partenza in Qatar: era buio, un po’ piovoso e non riuscivamo quasi a vedere la luce di partenza! E verso la fine del campionato, in Australia, siamo arrivati in seconda fila con Pol Esparagro, quindi lo sviluppo è sicuramente stato fantastico. Il nostro team ha fatto un grande lavoro, devo ringraziare tutti i piloti e il team per questo sforzo”.

L.C.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori