CONDIVIDI
Valentino Rossi MotoGP Valencia
Valentino Rossi a Valencia (getty images)

La grande rimonta c’è stata, ma non è bastata per aggiudicarsi il titolo mondiale che, in quest’ultima gara a Valencia, scivola nelle mani di Jorge Lorenzo in maniera beffarda. Dopo un’intera stagione in testa classifica quella penalizzazione inflitta a Sepang al Dottore pesa come un macigno sulle sorti di questo campionato, deciso “dietro le quinte” prima che in pista.

A Jorge Lorenzo va il merito di aver vinto l’ultimo e decisivo Gran Premio, il settimo in questa stagione, dimostrando di non essere da meno rispetto al compagno di squadra. Per lui è il quinto titolo iridato in carriera, il terzo nella classe regina. Peccato però non aver assistito ad una sfida finale ad armi pari…

Sul podio salgono anche le Honda di Marc Marquez e Dani Pedrosa, mentre Valentino Rossi deve accontentarsi della quarta piazza. Un risultato sorprendente per chi parte dall’ultima fila, ma insufficiente per blindare la leadership. A lui il merito di aver fatto sognare, ancora una volta, milioni di italiani e non e di aver traghettato la MotoGP verso un’inedita attenzione mediatica e internazionale. Da segnalare la caduta di Andrea Iannone a pochi giri dal via, ma comunque autore di una buona prestazione in questo suo primo anno con la Ducati ufficiale.