CONDIVIDI

Alla vigilia delle FP3 del GP della Thailandia è arrivata la sentenza definitiva per Jorrge Lorenzo. L’esito della lastra eseguita all’ospedale di Buriram ha decretato una fissura nella parte finale del radio destro e quindi rinuncerà a tornare in pista.

“Sembrava tutto troppo bello per essere vero, che non mi fossi fatto nulla nella caduta, invece c’è questa fissura che mi fa molto male e che mi impone di tenere bloccato e a riposo il polso per le prossime due settimane, così da sperare di poter correre a Motegi” ha detto Jorge Lorenzo.

Non sembra proprio un periodo fortunato per il pilota della Ducati che dopo l’incidente di Aragon si ritrova out per una caduta nella seconda manche di qualifiche a causa di un problema tecnico ancora non definito sulla sua GP18. Stamane il maiorchino appariva con piede destro fasciato, un grande cerotto a proteggere l’avambraccio destro, ma soprattutto una protezione rigida a bloccargli il polso. Da qui ai prossimi giorni resterà a Bangkok per riposare al meglio e riprovarci a Motegi fra due settimane. ” Correre qui in Thaliandia avrebbe avuto senso solo se fossi stato in testa al Mondiale, così invece sarebbe solo un rischio inutile. Peccato, però, perché prima di cadere stavo progredendo e mi sentivo bene. Se non altro, ho la tranquillità di sapere che non sono caduto per un mio errore ma per un problema tecnico che non si ripeterà più”.