CONDIVIDI
Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (getty images)

Dopo i fatti di Sepang, al di là di tutte le polemiche sul caso Valentino Rossi e Marc Marquez, Jorge Lorenzo arriva all’ultima gara del Motomondiale con 7 punti di svantaggio sul compagno di squadra, leader di classifica sin dal primo GP. Ma il Ricardo Tormo di Valencia è una pista a lui molto favorevole, dove sorpassare diventa difficile per i suoi tanti tratti quasi mono-traiettoria. L’ideale per un ‘martillo’ che quando parte dalla pole lascia tutti alle spalle, senza lasciare spazio alla competizione.

Il maiorchino ha il Mondiale in pugno, non è un mistero, anche se rischia di essere il vincitore più ‘antipatico’ dinanzi alla stampa internazionale, a causa di certe sue dichiarazioni nel post gara della Malesia, creando un certo malumore nei box della Movistar Yamaha che potrebbero compromettere la convivenza futura dei due piloti…

“Oggi deve essere presa una giusta decisione e quella giusta è che io arrivi a Valencia in vantaggio rispetto a Valentino e non in ritardo. Se dovessi arrivare a Valencia 7 punti dietro sarei molto dispiaciuto. Ripeto, penso che sia giusto che arrivi a Valencia davanti”, aveva detto Lorenzo in conferenza stampa. Una chiara accusa al suo compagno di team… “Una decisione ingiusta. Presa solo in nome di Rossi. Se fosse stato qualsiasi altro pilota, lo avrebbero squalificato. Ma lui è troppo importante, per la Motogp. Così importante che per lui le regole non valgono, non si applicano”.

Dichiarazioni che lasciano pochi spazi ai dubbi sul suo punto di vista in merito alla vicenda. Ma stamane con un tweet ha cercato di gettare acqua sul fuoco: “Non ho urlato e gridato alla direzione di gara, ma ero in attesa del mio turno per parlare nella conferenza stampa con Dani (Pedrosa, ndr). Quindi, ai tifosi che seguono la MotoGp dai media… Attenti alle false notizie che qualche giornalista ha cercato di inviare in questi giorni”, ha concluso Jorge Lorenzo. Di certo il prossimo GP di Valencia sarà interessante sin dalla conferenza stampa del giovedì…