CONDIVIDI
Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (getty images)

Il primo round della sfida tra Jorge Lorenzo e Valentino Rossi è stato vinto dal pilota maiorchino che, nelle Q2 del GP del Sachsenring, conquista la terza posizione e partirà dalla prima fila. Il pesarese della Yamaha, invece, partirà dalla sesta piazza, preannunciando una gara al limite sin dalla partenza.

Tra i due compagni di squadra ci sono dieci punti di distacco in classifica, ma domani sarà difficile per chiunque prendere il largo, dal momento che le Honda e le Yamaha ufficiali saranno raccolte in pochi metri: “Per il momento non è molto chiaro il setup di gara, vogliamo preparare qualcosa per domani, ma con l’assetto di oggi abbiamo fatto un grande giro, quasi perfetto – ha spiegato Jorge Lorenzo, come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Sono la prima Yamaha e sono contento, del resto era impossibile stare anche vicino al tempo di Marc, ma anche a quello di Dani. Le Honda qui vanno molto forte mentre noi facciamo un po’ di fatica”.

Per le Yamaha sarà fondamentale trovare qualche soluzione nel warm-up di domani, onde evitare che Marc Marquez prenda il largo irreversibilmente: “Domani potremo fare un altro aggiustamento, nel warm up abbiamo la possibilità di avvicinarci alla Honda. Marc ha un passo nettamente superiore, mi sa che sarà una lotta a tre con Dani e Valentino per il secondo posto. Però la gara è lunga – ha concluso Jorge Lorenzo -, non si può mai sapere”.