CONDIVIDI
Getty Images

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Devo essere grato a Marc Marquez”

Dopo le tre vittorie con la Ducati Jorge Lorenzo ha registrato una caduta a Misano per un errore personale,  un’altra ad Aragon dopo un sorpasso di Marc Marquez, una terza caduta nelle prove libere in Thailandia che lo ha costretto a dare forfait non essendo ancora al 100%. Adesso restano altri quattro Gran premi per lasciare un buon ricordo in Ducati, prima di trasferirsi in Honda dove troverà il Cabroncito come compagno di squadra.

Resta un po’ di rabbia per quanto successo ad Aragon, i due piloti si sono chiariti, ma ognuno è rimasto sulle sue posizioni. Ma il maiorchino sente di over ringraziare Marquez per aver dato il via libera al suo approdo in HRC. “Per me significa che crede molto in se stesso e che non vuole mostrare di avere punti deboli – ha detto Jorge Lorenzo a Motorsport.com -. Gli devo la possibilità di firmare con la Honda e gli sono molto grato perché in quel momento ero di fronte ad una situazione difficile”.

Ma sui fatti di Aragon ognuno ha la sua versione dei fatti: “Ma se uno ha guidato ad Aragon sa che è impossibile fare la curva correttamente frenando dove ha frenato Marc”. Il fatto di averne parlato in privato è comunque un buon passo avanti per instaurare un buon rapporto diplomatico per il futuro: “In questo senso è positivo, ma dobbiamo anche tenere a mente che entrambi avremmo avuto delle possibilità di vincere la gara: lui lo ha fatto, mentre io ho finito con un ritiro, infortunato e con un grande spavento nel vedere il mio dito completamente fuori sede. Non è affatto carino. E tutto questo a causa di una manovra che dal mio punto di vista era evitabile. All’ultimo giro è poco accettabile e considero quello che ha fatto irresponsabile e spericolato, ma ancora di più alla prima curva. Voleva evitare a tutti i costi che io fossi primo, ecco perché l’ha fatto”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.