CONDIVIDI
Johann Zarco
Getty Images

MotoGP Phillip Island, Johann Zarco: “Brutta caduta, mi dispiace per Marquez”.

Le grandi emozioni di Johann Zarco in Australia sono durate solo sei giri, fino a quando è caduto a 300 km/h causando danni anche alla moto di Marc Marquez. Per il pilota cliente Yamaha poteva essere una gara interessante dopo la partenza dalla prima fila, un inizio gara difficile dove è scivolato in ottava posizione, ma dopo il primo giro era quarto, alle spalle della Honda iridata.

“La partenza dalla terza posizione è stata un bel vantaggio e sono uscito bene anche io. Ma nella seconda curva la mia coda ha iniziato a scivolare, come altri piloti. Anche se ho perso alcune posizioni, mi sono subito sentito di nuovo bene ed ero pronto ad attaccare di nuovo. Immediatamente ho provato di nuovo a superare i miei uomini davanti. E sono contento di quel buon feeling e delle manovre di sorpasso che potevo fare”, ha spiegato il francese.

Ma pochi metri dopo aver attraversato la linea del traguardo alla fine del quinto round, il futuro pilota Red Bull KTM si è reso autore di una delle cadute più spettacolari del 2018, che fortunatamente non ha avuto conseguenze. “Ho avuto la scia di Jack Miller e Marc Márquez era lì. Siamo stati molto veloci. Quando abbiamo frenato alla prima curva, ho toccato la gomma posteriore della moto di Marc e sono volato via violentemente”. Solo un caso che Johann Zarco non abbia riportato ferite: “E’ stata una brutta caduta, ma sto bene e questa è la cosa più importante, perché l’incidente è avvenuto a velocità molto elevate. È un peccato per la gara. Sarebbe stato importante finire la gara e guadagnare punti per l’Independent. Sfortunatamente, non ci sono riuscito. L’incidente è stato feroce e mi dispiace che Marc non sia riuscito a finire la gara in seguito. Vorrei ringraziare la mia squadra perché la mia moto era competitiva oggi”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori