CONDIVIDI
Maverick Vinales
Maverick Vinales (©Getty Images)

Eravamo abituati a vedere un Maverick Vinales versione ‘martello’ nei primi gran premi, ma a Jerez è diverso. Se tra Qatar, Argentina e Austin era stato in pole o secondo, oggi nelle Qualifiche del Gran Premio di Spagna è risultato quarto.

Considerando la competitività delle Honda e le difficoltà Yamaha, soprattutto nel terzo settore, la seconda fila non è male. Il passo dello spagnolo non è ancora al livello di quello degli hondisti, ma nel warm-up ci si può lavorare ancora. Domattina il team Movistar avrà l’ultima occasione per provare a risolvere certi problemi. Anche Valentino Rossi, settimo, ha avuto problemi e dunque ci sarà tanto lavoro da fare.

MotoGP Jerez, Qualifiche: parla Maverick Vinales

Al termine della giornata odierna Vinales si è concesso ai microfoni di Sky Sport per commentare la situazione dopo le Qualifiche: “La FP4 non è andata bene, perché abbiamo usato una gomma media utilizzata al mattino e non una nuova. Dunque era impossibile fare un bel risultato. Però abbiamo trovato dei punti positivi per la gara”.

Successivamente il 22enne di Figueres ha spiegato nel dettaglio quali sono i problemi della sua Yamaha M1: “La qualifica è stata difficile. Nella parte sinistra della gomma non abbiamo grip e facciamo difficoltà in alcune curve. La parte destra invece va bene, nel secondo e quarto settore vado bene. Bisogna migliorare a sinistra. Sta andando male a grip in questo weekend. Honda ha tantissimo grip anche a sinistra, noi no e non sappiamo perché. Abbiamo ancora il warm-up per fare l’ultimo step e provare a vincere la gara”.

Maverick evidenzia problemi inerenti al grip sulla parte sinistra del pneumatico. Questo è l’aspetto su cui intervenire nel warm-up per essere competitivi in gara. La Honda, invece come aderenza è messa benissimo e pertanto in casa Movistar Yamaha devono trovare la soluzione.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori