CONDIVIDI
Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

MotoGP | Marc Marquez pilota da battere: “Siamo tutti vicini. Pedrosa, Dovi e Zarco piloti da battere”.

Il circuito di Jerez de la Frontera si conferma territorio Honda con Crutchlow e Pedrosa nelle prime due posizioni al termine della FP2, mentre Marc Marquez deve accontentarsi della 5^ posizione a 249 millesimi dal best lap. Nelle fasi finali delle libere pomeridiane El Cabroncito riporta una caduta che gli impedisce di compiere il time attack, ma l’ottimo passo gara gli consente di guardare alle qualifiche con grande ottimismo.

Dal suo esordio in MotoGP Marc Marquez è sempre finito a podio e conquistato una vittoria nel 2014. “E’ stata una giornata molto positiva, sono caduto, ma è un mio errore più che della moto, ho cercato di fare un buon ritmo, ho fatto un errore in frenata e ho voluto entrare comunque in curva”, ha detto il sei volte campione del mondo ai microfoni di Movistar MotoGP. La gomma morbida non ha dato i risultati sperati, quindi la giornata di sabato sarà focalizzata principalmente sulla strategia gomme da adottare in gara. “Domani cercheremo di dare l’assalto al tempo e guideremo con la gomma morbida per vedere come va, questa mattina abbiamo provato e fallito. Se la temperatura sale, sarà interessante vedere cosa succede con le gomme”.

Pedrosa, Dovizioso e Zarco sfidano Marquez

Qui risiede il problema delle Yamaha ufficiali, con le gomme in crisi quando le temperature iniziano a riscaldarsi. Nel day-1 di Jerez i primi tredici piloti sono raccolti in meno di un secondo di gap da Cal Crutchlow: “Ci sono due fattori: da un lato il fatto di correre a casa. È importante, dà questa motivazione e tutti devono stringere, d’altra parte il fattore ‘Modalità Contratto’. Ci sono contratti da risolvere e, se sei avanti e ottieni risultati, hai più opzioni per avere una moto competitiva nei prossimi due anni”. Secondo le prime previsioni il vero avversario di Marc Marquez sarà il compagno di squadra Dani Pedrosa, particolarmente a suo agio in sella alla RC213 tra le curve del tracciato andaluso, anche lui alla ricerca di un rinnovo contratto che ancora tarda ad arrivare. “Sono ottimista, Dani (Pedrosa, ndr) è forte e anche Dovizioso sembra andare bene. C’è anche la Yamaha di Zarco. Vediamo le qualifiche di domani”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori