CONDIVIDI
Gigi Dall'Igna
Gigi Dall’Igna (©Getty Images)

MotoGP Ducati | Gigi Dall’Igna: “Fiducioso sul rinnovo di Dovizioso. Lorenzo? Dobbiamo pensarci”.

Una settimana al via del GP di Jerez e in casa Ducati c’è aria di decisione finale. I vertici di Borgo Panigale sembrano certi di chiudere le trattative con Andrea Dovizioso, ma sul rinnovo di Jorge Lorenzo regna una certa vaghezza. Il team manager Davide Tardozzi pochi giorni fa non ha garantito sul maiorchino, idem il Direttore di Ducati Corse Gigi Dall’Igna. Tutto ruota intorno all’ingaggio, assai lontano dagli attuali 12 milioni a stagione, vuoi per i risultati carenti, vuoi per il budget snellito a disposizione del team. In caso di addio di Lorenzo due i piloti che si contenderebbero la moto ufficiale: Danilo Petrucci o Jack Miller. L’australiano è stato scritturato con un contratto annuale ma ha un’opzione per il 2019 che può essere riscattata fino alla fine di giugno e, di questo passo, siamo certi che Ducati non si farà scappare il 23enne, finora sempre in top-10 e con un ottimo quarto posto in Argentina. “Dobbiamo pensare alla situazione con Jorge“, ha spiegato Dall’Igna senza far trapelare nulla.

Dall’Igna fiducioso su Dovizioso

Più chiara, invece, la situazione del pilota forlivese: “Come per tutti i principali contratti si tratta anche di trovare la soluzione migliore per entrambe le parti – ha detto Gigi Dall’Igna a Speedweek.com -. Abbiamo appena iniziato i colloqui, quindi non è stato ancora firmato nulla, ma sono fiducioso“. Ducati non può privarsi dell’unico pilota in grado di riportare la Desmosedici ad alti livelli nell’ultimo decennio, in grado di vincere sei gare nella scorsa stagione e di detenere la leadership del campionato 2018 dopo tre gare, con 17 punti in più rispetto alla scorsa stagione. “Siamo leader di campionato, ma soprattutto in questa stagione abbiamo avuto molti meno problemi rispetto all’anno scorso”. Ad Austin Andrea Dovizioso ha patito troppo nei cambi di direzione, nonostante il nuovo telaio si registrano difficoltà in percorrenza di curva. D’altronde il tracciato texano è territorio indiscusso del rivale Marc Marquez da sei anni a questa parte, 25 punti garantiti a stagione, dove Ducati non può far altro che limitare i danni. “Penso che se fossimo partiti più avanti avremmo potuto lottare con Valentino Rossi per il 4° posto”. Adesso occhi puntati su Jerez, un tracciato dove la GP18 può puntare tranquillamente al podio: “Arriviamo con fiducia, anche se non avremo nulla di nuovo per la gara. Lavoriamo sodo – ha concluso Gigi Dall’Igna -, ma non penso che faremo qualcosa di nuovo prima della gara del Mugello”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori