CONDIVIDI
Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)

 

Il prossimo round del campionato MotoGP al Sachsenring rappresenta per il team Honda la ghiotta opportunità di rompere il lungo “digiuno” dal gradino più alto del podio. Negli ultimi cinque anni, infatti, il GP tedesco è stato territorio di conquista per la Casa di Tokyo (2014 e 2013 in MotoGP, 2012 e 2011 in Moto2 e 2010 in 125). Merito anche di una pista che ben si adatta alla RC213V. Basteranno questi ingredienti a ritrovare la competitività perduta già ad Assen?

 

In cerca della rivincita

Marc Marquez, che non sale sul gradino più alto del podio da Austin (unica vittoria in questa stagione), è più motivato che mai dopo l'”incidente” con Valentino Rossi all’ultima chicane in Olanda: prendersi la rivincita du un campo “amico” è il meglio che possa sperare, per risollevare il morale (suo e di tutta la squadra) prima della pausa estiva.

“Abbiamo lavorato bene per tutto il fine settimana ad Assen e abbiamo fatto alcuni progressi con la moto – le parole del Fenomeno di Cervera riportate sul sito ufficiale del team -.  Restano ancora dei problemi da risolvere, ma abbiamo fatto senza dubbio un passo avanti”.

“Il Sachsenring è un circuito stretto e tortuoso, diverso da tutti gli altri – aggiunge Marquez – . In passato mi sono goduto dei bei risultati e spero ci attenda un fine settimana positivo. Il meteo può complicare le cose, perciò bisognerà lavorare sodo sin dalla prima sessione”.

 

Le speranze di Dani Pedrosa

Anche Dani Pedrosa, la cui ultima vittoria risale addirittura alla gara di Brno dell’anno scorso, ripone grandi speranze nel round tedesco del Motomondiale. La stagione 2015 dello spagnolo è stata pesantemente condizionata dai problemi all’avambraccio, e l’obiettivo è quello di recuperare – per quanto possibile – il terreno perduto, con un “colpaccio” in quella che è una delle sue piste preferite e potrebbe tentare il colpaccio.
“Non vedo l’ora di essere al Sachsenring, una pista in cui mi diverto a correre”, conferma Pedrosa sempre sul sito del team Honda.

“L’anno scorso ci fu una gara pazza – ricorda – , ma ottenni un buon risultato. La moto sta iniziando a funzionare meglio e spero di fare altri progressi in questo Gran Premio, prima dello stop estivo”.

“Il mio braccio sta guarendo bene e la mia forma fisica sta migliorando – conclude – , è importante per lottare nelle prime posizioni”.