CONDIVIDI
Dani Pedrosa (Getty Images)
Dani Pedrosa (Getty Images)

 

Come ampiamente previsto, il round del campionato mondiale MotoGP che si è disputato oggi al Sachsenring è stato tutto all’insegna del successo del team Honda. Se però il ritorno sul gradino più alto del podio del campione del mondo 2014 Marc Marquez era nell’aria, visti i risultati delle prove libere, delle qualifiche e del warm up di questo weekend, la grande gara si cui è stato protagonista il suo compagno di squadra Dani Pedrosa ha avuto quasi l’effetto di un colpo di scena.

Dopo un unizio di stagione da incubo, tanto da fargli pensare al ritiro, e la successiva operazione al braccio con tutte le complicazioni del caso, Pedrosa è tornato quello dei tempi migliori in sella a una Honda RCV sfruttata in maniera eccellente.

Lo spagnolo – sornione nei primi giri – ha aspettato per attaccare Valentino Rossi, ma dopo la metà gara si è “scatenato ”  ha saputo gestire ottimamente la situazione- Ha ripreso, superato e staccato Valentino Rossi, fino alla “zampata” nel finale con cui è andato a riprendersi la seconda piazza.

 

Il ritorno sul podio

Quello conquistato oggi da Dani Pedrosa è un secondo posto assolutamente meritato, e soprattutto sudato. “E’ stata una gara molto difficile specie all’inizio, era da molto tempo che non mi trovavo con i piloti migliori – racconta lo spagnolo ai microfoni di Sky – . All’inizio ho fatto dei sorpassi, mi sono trovato in quarta posizione, quando si è svuotato il serbatoio mi sono sentito più a mio agio in moto, così ho superato Jorge e Valentino, non era facile ma alla fine ci sono riuscito, sono rimasto davanti e ho spinto per evitare il ritorno di Valentino”.

La soddisfazione del pilota della Honda è palpabile, anche se resta un po’ di rammarico per le sfortunate coincidenze che hanno irrimediabilmente compromesso la prima metà della stagione e, di conseguenza, le sue possibilità di successo in questo Motomondiale 2015. “E’ un bel risultato anche se ci ho messo molto tempo per arrivare qui – conclude Pedrosa – . Speriamo di regolare meglio la moto per essere più competitivi nella seconda parte del campionato”.

 

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori