CONDIVIDI
MotoGP Fan Valentino Rossi
Getty Images

Il fumo dei fumogeni è diventato un problema per la MotoGP. Negli ultimi anni c’è stato un crescente numero di appassionati che introducono questo tipo di strumenti di segnalazione durante l’avvio della MotoGP, soprattutto in circuiti come il Mugello o Termas de Rio Hondo, dove la visibilità della pista è ridotta drammaticamente durante il primo turno come conseguenza di questi segnalatori.

Per questo motivo, e dopo aver ricevuto diverse lamentele da parte dei piloti alle recenti riunioni della Commissione Sicurezza, Dorna ha lanciato una campagna che cercherà di educare i fan a non usare fumogeni durante le gare. A tal fine a Brno i piloti subito dopo le qualifiche hanno mostrato un cartello con la frase “Per la sicurezza dei piloti, non razzi luminosi durante le gare”. Non è solo un problema di visibilità ma anche di salute, soprattutto per chi soffre di problemi di asma come Cal Crutchlow.

Il regolamento su quale tipo di elementi possono essere introdotti in un circuito è responsabilità della direzione di ciascun layout. Nel Mugello, per esempio, le guardie di sicurezza si impossessano di oggetti infiammabili come le scatole di deodoranti. Tuttavia, non vi è alcun problema quando si accede al circuito con razzi o altri elementi pirotecnici come fuochi d’artificio. Al momento, Dorna è sicura che i tifosi risponderanno positivamente a questa campagna per evitare fumogeni durante le gare. Se l’azione non è efficace, normative più severe saranno discusse per vietare questo tipo di elementi di segnalazione nei circuiti del mondo come già avviene in altri sport come il calcio o il basket.