CONDIVIDI
Davide Brivio
Davide Brivio (© Getty Images)

Davide Brivio è il team manager di una Suzuki che nel campionato 2016 di MotoGP vuole fare un ulteriore step in avanti dopo le buone impressioni destate quest’anno, dopo quatto stagioni lontana dalla classe regina del Motomondiale. L’obiettivo dichiarato della casa di Hamamatsu è quello di vincere, impresa che manca dal 2000 quando fu Kenny Roberts junior a vincere il titolo iridato. Adesso i piloti sono i giovani e talentuosi Alex Espargaro e Maverick Vinales, chiamati a fare un salto di qualità nel 2016.

Di recente la Suzuki ha fatto un importante test e Davide Brivio ha fatto il punto della situazione nell’intervista rilasciata a Paolo Beltramo per diariodelweb.com: “E’ andato tutto bene, finalmente abbiamo provato il cambio seamless  che aspettavamo da un po’. C’era solo Vinales con i due collaudatori giapponesei, perché Espargaro si è infortunato in motocross qualche giorno prima e ne avrà per due settimane. Abbiamo girato un bel po’ con il seamless, che è piaciuto molto e abbiamo riscontrato miglioramenti perché agevola l’accelerazione e in generale la guida”.

Il team di Hamamatsu ha avuto modo di testare anche il nuovo software della centralina unica Magneti Marelli di cui saranno dotate tutte le moto a partire dal prossimo anno: “Siamo un po’ indietro – spiega Davide Brivio – c’è da lavorare sulla messa a punto, ma era importante provarlo”.

Successivamente Paolo Beltramo gli ha domandato com’è la situazione nell’ambiente della MotoGP dopo quanto successo tra Valentino Rossi e i rivali spagnoli Marc Marquez e Jorge Lorenzo: “Un po’ di amarezza sta passando. Ricordo quando nel 2006 con Vale perdemmo il mondiale e la delusione durò mesi. Dopo aver lavorato intensamente per 10-12 mesi finire senza vincere dispiace. Spero che questo diventi uno stimolo per fare ancora meglio l’anno prossimo”. Davide Brivio è stato team manager della Yamaha nel periodo d’oro di Valentino Rossi e dunque conosce bene il pilota.