CONDIVIDI
Dani Pedrosa
Getty Images

MotoGP, Dani Pedrosa collaudatore KTM?

I team ufficiali per il 2019 sono pieni, ma ci sono ancora posti per i team di test MotoGP. Jonas Folger potrebbe attraccare con Yamaha, Dani Pedrosa con KTM secondo indiscrezioni anticipate da Speedweek.com.

Il team manager di KTM Mike Leitner mette sul piatto 1,5 milioni di euro a stagione per un test team, approfittando delle concessioni del regolamento e quindi della possibilità di godere di un numero illimitato di giornate di prove “Per noi il collaudatore siede in moto da 30 a 35 giorni all’anno”, sottolinea Pit Beirer, direttore di KTM Motorsport. Yamaha, che dovrà subire costi maggiori rispetto ad un produttore europeo, assicura di avere candidati eccellenti per il team test del 2019. Se si ricordano le dichiarazioni di Valentino Rossi al GP del Sachsenring, si può mettere insieme il nome del candidato numero uno. Rossi ha elogiato Jonas Folger per il suo secondo posto al round tedesco: “In realtà, dovrei dare a Jonas la mia coppa”.

KTM e la scelta azzardata

Ma la vera sorpresa sembra arrivare da Red Bull-KTM. Dopo il grave infortunio al ginocchio del collaudatore Mika Kallio, KTM potrebbe dover cercare un sostituto. E Bradley Smith non sembra la prima scelta. Dalla Spagna si vocifera che Dani Pedrosa è interessato al ruolo di collaudatore presso KTM. E non sarebbe sorprendente. Lo stretto legame di lunga data con Red Bull e con il team manager KTM Mike Leitner, che ha lavorato per Honda fino alla fine del 2014 per undici anni come capo squadra di Pedrosa, rende tutto molto logico.

Dani Pedrosa mantiene un basso profilo riguardo ai suoi piani per il futuro. Ma il suo rapporto con il team principale Repsol Honda Puig e HRC non è buono come dopo l’impegno di Jorge Lorenzo. Il pilota di Sabadell ha finto che la rottura fosse stata concordata due anni fa. Ha rifiutato l’offerta di SIC Petronas-Yamaha per il 2019 perchè non vuole lavorare in MotoGP con l’intensità precedente. Un compito come test driver sarebbe meno intenso. L’unico inconveniente è che Dani Pedrosa è “fuori portata” a causa del suo fisico, non è riuscito a sviluppare una moto da corsa per piloti più grandi e pesanti. Dall’altro lato avrebbe portato con sé un sacco di know-how Honda. Staremo a vedere.