CONDIVIDI
Casey Stoner
Casey Stoner (getty images)

Le voci di corridoio si correvano da tempo, ma forse in pochi si aspettavano che diventassero voci fondate, ufficiali, clamorose. Casey Stoner sarebbe pronto a tornare in pista nella classe MotoGP, ma non con il team Honda , di cui è collaudatore da un bel po’ di tempo, bensì con il suo ex team Ducati, con cui ha vinto un titolo iridato iridato nel 2007.

La notizia sembra trovare conferme proprio dopo l’ultima gara di Valencia, per non agitare ulteriormente le acque esagitate del finale di stagione e per correttezza nei confronti delle scuderie. Al momento manca ancora l’ufficialità, anche se in molti si sono precipitati a confermare l’avvenuta firma, ma il colloquio tra il pilota australiano e la casa di Borgo Panigale è stata confermata dalle parti in causa.

Dopo il no della Honda per sostituire Dani Pedrosa e la caduta alla 8 Ore di Suzuka per un errore meccanico i rapporti tra HRC e Stoner sembravano giunti al capolinea e per l’ex campione adesso potrebbe avere inizio una nuova avventura. L’obiettivo della Ducati è di impiegare il 29enne Casey per lo sviluppo della GP16 e magari di vederlo in pista in veste di wild card (magari nel prossimo GP d’Australia del 2016…).

Il team manager Ducati Davide Tardozzi ha così commentato come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’: “Casey non vuole tornare a correre a tempo pieno, ha scelto la qualità della vita come valore principale. Però lui è un pilota importante per la Ducati e quando ha rotto con la Honda per noi è stato naturale fargli questa proposta”. E il ds Ducati Paolo Ciabatti conferma: “We love Casey, sarebbe bello si concretizzasse questo progetto. Il suo contratto con la Honda scade a fine anno, lui per la Ducati è un eroe”.