CONDIVIDI
Cal Crutchlow
Getty Images

MotoGP, Cal Crutchlow: “Ducati di un altro pianeta”

Cal Crutchlow è contento che la Honda RC213V abbia più potenza e velocità massima rispetto allo scorso anno. Ma Honda non può usare gomme morbide come la Ducati e ciò influenza le qualifiche e le gare.

Con Honda Cal Crutchlow ha raggiunto i 341,5 km / h, la migliore velocità massima nella classe MotoGP in Aragona, non accadeva da Le Mans. Da allora Ducati ha sempre raggiunto le migliori velocità massime.Il tracciato MotorLand di Aragón si pensava fosse territorio Ducati, perché si utilizza dalla prima alla sesta marcia, quindi la potenza della Desmosedici può essere sfruttata in modo ottimale.

“Ho raggiunto questa velocità massima venerdì, anche perché ho avuto un ottimo slittamento dietro Pol Espargaró”, ha detto Cal Crutchlow a Speedweek.com. “Ma la nostra moto non è stata lenta in quinta e sesta marcia per tutto l’anno. Inoltre, ora sono seduto diversamente sulla moto, questo fa la differenza. Abbiamo migliorato questa posizione di seduta durante i test drive. Non voglio dire di più a riguardo. Ad Aragón, per esempio, devi portare il tuo corpo dritto nella giusta posizione mentre si muove. Ma non abbiamo nuove parti, abbiamo appena modificato alcune cose, il rivestimento non è cambiato e neanche la sella. Ma mi siedo sui rettilinei un po’ diversamente. Devi solo accelerare… Non puoi mai copiare i dati da un produttore a un altro, perché è forse più pesante di 10 kg. Quindi non può funzionare”.

Crutchlow su velocità, gomme e Ducati

Ad esempio, il compagno di squadra della LCR Takaaki Nakagami ha raggiunto solo 332 km / h venerdì con la Honda 2017. Tom Lüthi ha guidato a 333,5 km / h, Franco Morbidelli 331,2 km / h, entrambi anche con la Honda 2017. “Guarda la velocità della Honda dell’anno scorso”, afferma Cal. “Abbiamo avuto a che fare con quello dell’anno precedente… Ciononostante, Marc ha così vinto la Coppa del Mondo”.

I piloti Honda possono ora mettere un po ‘meno peso sulle gomme con la potenza del motore aggiuntiva nella parte anteriore e quindi a volte passare dalla mescola dura a quella morbida? “No, non funzionerà. Quante volte hai visto un pilota Honda cadere sulla ruota anteriore quest’anno? Molto più che l’anno scorso… E molto più spesso degli altri produttori. La nostra moto è decisamente diventata più forte. Ma spesso cadiamo ancora sulla ruota anteriore. Non possiamo prendere le gomme anteriori più morbide. Lo garantisco al 100 per cento. Sono stato in grado di utilizzare la gomma media in alcune gare nella parte posteriore, che non ha funzionato nel 2017. Ma se si guarda come, ad esempio, le gomme posteriori morbide in Aragón ci hanno risposto venerdì, erano nel secchio dopo sette o otto giri, quindi è impossibile”.

La Ducati rimarrà la favorita per le restanti gare quest’anno? “Sono su un pianeta diverso ora più che in passato. Marc e i due piloti ufficiali Ducati sono i più forti. Aragón è la pista preferita di Marc, ha sempre fatto bene qui e ha vinto ancora”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.